Gestione Stadio Dorico, pubblicato il bando

Lo stadi Dorico di Ancona

CALCIO – Nei prossimi giorni si scopriranno le società realmente interessate

Come preannunciato nei giorni scorsi, il Comune di Ancona ha reso noto il bando per la partecipazione circa l’assegnazione dello stadio Dorico. Il valore complessivo dell’impianto in un singolo anno è stato fissato a 115.000 euro iva esclusa il che significa che nei tre anni della durata del contratto la cifra raggiunge i 345.000 euro iva esclusa con il Comune di Ancona che in base d’asta garantisce un contributo annuo di 16.000 euro.

Chi prenderà in gestione l’impianto dovrà garantire la manutenzione ordinaria e provvedere al pagamento dell’energia elettrica che secondo il piano finanziario si dovrebbe aggirare intorno ai 22.000 euro complessivi nel triennio. Al Comune spetterà la manutenzione straordinaria e il pagamento di 2 utenze, acqua e gas, così come la gestione della centrale termica. Gestore dell’impianto che nei tre anni sarà chiamato poi a versare un canone di concessione triennale di 25.000 euro complessivi oltre alle tasse comunali e garantire il personale in struttura.

L’impianto dovrà rimanere aperto dalle 15 alle 22 e il concessionario potrà utilizzare a titolo gratuito il 50% delle ore mentre le restanti 50% sarà destinato prioritariamente, anche con riguardo agli orari,per gli allenamenti della squadra di calcio principale della città qualora questa ne faccia richiesta dove per per “squadra di calcio principale” si intendono tutte le squadre che afferiscono alla suddetta società calcistica. In ogni caso non sono previsti diritti di prelazione per quanto riguarda la scelta delle ore a favore del concessionario.

Tutti possono partecipare al bando, federazioni comprese, tranne quelle società che hanno già impianti con la formula della “ gestione” cosa ben diversa dal bando di “ costruzione e gestione”.  Dorico che almeno per il momento non prevede l’utilizzo nelle ore della mattina. Per quello che riguarda i punteggi, si terrà conto del numero dei tesserati. Si parte da 5 punti fino a 50 tesserati, fino ad un massimo di 15 oltre i 150 atleti. Due punti verranno riconosciuti per ogni anno di gestione di impianti sportivi per un massimo di 20 punti. Eventuali progetti tesi al miglioramento dell’impianto o relativi al risparmio energetico avranno un valore di 15 punti mentre operatori abilitati all’uso del defibrillatore porteranno alla causa un tetto massimo di 5 punti. Entro il 20 luglio dovranno pervenire le manifestazioni di interesse al Comune di Ancona.

Nei prossimi giorni si sapranno quali società saranno interessate a questo bando circa l’assegnazione del Dorico

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia