Gatto: “Sentiamo la salvezza possibile, Spagnoli a secco? Dovremmo fargli una statua”

Gatto dell'Ancona

SERIE C – Le parole del capitano dorico che nel cuore del centrocampo ha fornito una nuova degna prestazione contro la Spal

Accantonato da Colavitto, che lo aveva di rado utilizzato titolare nel girone di ritorno, ma rispolverato da Boscaglia. Ha ritrovato un ruolo centrale nei meccanismi di gioco biancorossi il capitano Emanuele Gatto che ha dimostrato contro la Spal di poter dare un contributo importante in cabina di regia. “Sono contento della buona prestazione – ha dichiarato il centrocampista – ma è chiaro che questo rendimento deve continuare. Il nuovo allenatore ha potuto lavorare poco, ma ha chiesto alcuni concetti fondamentali che abbiamo subito cercato di mettere in campo”.

Il pareggio ha lasciato tanto amaro in bocca per le palle gol non concretizzate, specie nel secondo tempo. “L’atteggiamento è stato propositivo e il coraggio che ci ha ordinato il mister l’abbiamo messo in campo. Dispiace non aver portato a casa i tre punti, ma la prestazione fornita deve essere una base di partenza. Deve esserci assolutamente la convinzione che possiamo salvarci. Mancano quattro partite e noi dobbiamo pensare a una alla volta, a partire da quella di Pontedera”. Contro la Spal è rimasto all’asciutto Spagnoli, determinante in molte circostanze nel corso del campionato, al quale il capitano rivolge parole d’incitamento. “Non mi sento di dire nulla ad Alberto – ha concluso Gatto – perché dovremmo fargli una statua per tutto quello che ha realizzato in questa stagione. Sabato non ha segnato, la prossima volta magari farà una doppietta decisiva”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS