Gabrielloni dal dischetto salva la Jesina

Tommaso Gabrielloni

ECCELLENZA – Al Carotti termina 1 a 1, i leoncelli evitano nei minuti finali la sconfitta interna contro il Fabriano Cerreto

Clima da day after al Carotti: spalti vuoti, presenti pochi eletti, tesserati e giornalisti, le uniche grida provengono dal campo. Insomma si parte, con la speranza che sia davvero il day after, quello del dopo, quello della fine di un incubo. O almeno del ritorno alla normalità.

Il rigore trasformato da Gabrielloni per la Jesina

Partita assai modesta: colpa del campo scivoloso, modeste le squadre, ruggine nelle gambe, dopo tanta inattività? Tutti nodi che il tempo potrà sciogliere. Intanto le squadre si dividono la posta in palio, con tanta sofferenza per la Jesina, passata in svantaggio molto presto, troppo per poter pensare di organizzare la partita a suo piacimento. Fabriano Cerreto in vantaggio al 12’: azione che nasce dai piedi di Pagliuca, debole la conclusione di Battisti, bravo Marengo a trovare il tempo per battere Anconetani.

Poche emozioni, anche nell’arco della ripresa, sino al pareggio: al 38’ imperdonabile ingenuità di Lispi, che colpisce la palla con un braccio. Dal dischetto implacabile Gabrielloni, che non lascia scampo a Santini. Pareggio giusto, che più giusto non si può.

Il tabellino

JESINA-FABRIANO CERRETO 1-1

Jesina: Anconetani G., Martedì, Calcina (29 st Gabrielloni), Zagaglia, Lucarini, Mistura, Rossini (17’ st Garofoli), Giovannini, Papa, Sampaolesi, Barchiesi. All.: Strappini.

Fabriano Cerreto: Santini, Buldrini, Candolfi, Trofo, Stortini, Lispi, Spuri (29’ st Ciciani), Marengo, Perri (22’ st Mulas), Pagliuca, Battisti. All.Pazzaglia.

Arbitro: Giorgini di Pesaro.

Reti: 12’ pt Marengo, 38’st rig. Gabrielloni.

Ammoniti: 30’ pt Rossini, 22’ st  Trofo, 42’ st Zagaglia e Pagliuca. Al 46’ espulso l’allenatore ospite Pazzaglia.

 

 

 

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi