Gabellieri: “Civitanova è la città che amo, portiamola insieme in Regione”

Inaugurata la nuova sede lungo Corso Garibaldi

“Abbiamo presentato ieri la nuova sede di Civitanova in Corso Garibaldi e ringrazio tutti i partecipanti, dai cittadini fino ai miei colleghi della Lega che mi hanno accolto in una grande famiglia, hanno gentilmente dedicato il loro tempo per confrontarsi con i civitanovesi e supportare la mia candidatura”. Afferma la candidata regionale della Lega, Maika Gabellieri.

L’inaugurazione ha permesso di sviluppare una discussione sullo stato delle Marche, con particolare attenzione a Civitanova, e di proporre soluzioni. Le parole del Commissario della Lega per Civitanova Giorgio Pollastrelli, del Senatore Giuliano Pazzaglini e di Simone Merlini, Coordinatore Provinciale della Lega, hanno ribadito la centralità della città per il futuro della regione e quanto può essere determinante in queste elezioni. Civitanova, grazie alla sua unica dinamicità economica, è una delle città più importanti delle Marche.

“Di fronte all’opportunità che ci offrono queste elezioni, è importante sostenere la Lega e i suoi candidati, perché gli altri partiti di centro-destra non hanno le nostre stesse posizioni. Io ho sposato quelle della Lega, il partito “del fare”, della competenza al primo posto, di chi difende valori e tradizioni locali anche contro l’Europa. È lo spirito che mi ha guidata nell’esperienza di Assessore a Civitanova, che rivendico con orgoglio, e che prometto di portare in Regione, insieme al mio impegno e alla mia passione. Le Marche sono una regione speciale, piena di ricchezze straordinarie, eccellenze uniche; oggi però è una realtà divisa, invece va unita sviluppando connessioni tra le comunità, creando una rete, valorizzando le individualità di ogni territorio”.

“Il mio obiettivo – conclude Gabellieri – è quello di creare una squadra che impari a conoscere i problemi del territorio prima di intervenire. Ascolti i cittadini, allestendo tavoli tecnici per ogni settore e individuando le vere esigenze da affrontare. Mettendo in comunicazione la politica con le persone competenti, che affrontano direttamente le problematiche del territorio. Con il vostro sostegno mi impegno a rappresentare il nostro territorio, la città che amo. Civitanova non può stare fuori dalla Regione”.


Articoli più letti della settimana