Furto al Santuario: rubato uno stemma nobiliare del ‘600

Don Sauro ha sporto denuncia ai carabinieri. Sono in corso le indagini

Furto al Santuario del Santissimo Crocifisso di Apecchio. Un duro colpo per don Sauro Porfiri e tutta la comunità di fedeli. I ladri hanno trafugato lo stemma seicentesco della famiglia apecchiese Aloigi che raffigura un leone rampante sul sole e nel farlo hanno lesionato il polso destro della statua del Sacro Cuore.

Si indaga ora sui possibili malviventi. Tra le ipotesi c’è quella di un furto su commissione. Inoltre, i ladri sapevano bene quando agire e quando non trovare nessuno. Fino a qualche giorno fa, una ditta edile è stata impegnata a lungo per dei lavori a pochi metri dal Santuario, lasciando a disposizione di chiunque una scala utile per raggiungere lo stemma, di grande valore sia storico che commerciale.

Don Sauro ha potuto soltanto sporgere denuncia nella locale caserma dei carabinieri.