Furto al ristorante e ingenti danni in un bar: arrestato

Il ladro è stato incastrato dalle telecamere

Furto al ristorante e poi una serie di danneggiamenti per fare irruzione all’interno di un bar del centro. Il ladro in questione per diversi mesi era riuscito a sfuggire alla giustizia, poi grazie alle telecamere di videosorveglianza i Carabinieri sono riusciti a dargli un volto: si tratta di L.G., 49 anni, residente a Fermo. Ora l’uomo, che era già noto alle forze dell’ordine per una serie di precedenti, si trova agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico.

Il furto risale al 20 maggio scorso quando il 49enne ha fatto irruzione in un noto ristorante di Penna San Giovanni scappando con tutti i contanti trovati nel registratore di cassa. Ad accorgersi dell’accaduto era stato il titolare, che aveva subito allertato i Carabinieri della stazione di Penna San Giovanni. Ma il ladro non si era fermato lì: durante la stessa notte aveva tentato di forzare i due ingressi di un bar del centro. Non era riuscito ad entrare e, alla fine, aveva desistito dal suo intento, restando a mani vuote. Ma aveva, comunque, causato danni per più di mille euro. Anche il raid al bar era stato denunciato nel corso della stessa giornata.

Il ladro è stato incastrato dalle telecamere di videosorveglianza della zona che avevano immortalato una macchina sospetta. I Carabinieri hanno poi ricostruito tutti i vari movimenti del veicolo, una Fiat, scoprendo che l’auto utilizzata era stata a sua volta oggetto di un furto denunciato qualche giorno prima, il 18 maggio, a Monte Urano. Alla guida del veicolo c’era un uomo.

Il Gip del Tribunale di Macerata ha emesso nei confronti del 49enne un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. L’uomo è stato rintracciato nel Fermano, a casa di un parente.

NOTIZIE DALLA PROVINCIA

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi