Furbetti del reddito di cittadinanza, undici denunce per truffa

Provincia di Fermo nel caos, indagano i carabinieri: deferiti marocchini, albanesi, una bosniaca e quattro italiani. Richieste misure sequestro preventivo per 60mila euro

Nei giorni scorsi, i Carabinieri del Comando Provinciale di Fermo hanno condotto un’attività di info-investigativa nel territorio di competenza, al fine di contrastare il fenomeno dell’illecita percezione del reddito di cittadinanza. Attraverso l’acquisizione di documentazione e attività di polizia giudiziaria, analisi delle banche dati e servizi di osservazione e controllo, i militari del Reparto Operativo – Nucleo Investigativo del Provinciale di Fermo hanno deferito in stato di libertà 11 soggetti responsabili dei reati di truffa ai danni dello Stato, indebita percezione di erogazioni pubbliche e indebita percezione del reddito di cittadinanza.

Tra i soggetti coinvolti vi sono due cittadini marocchini, classe 1980, residenti a Fermo (FM), un cittadino albanese, classe 1988, residente a Ponzano di Fermo (FM), un cittadino marocchino, classe 1980, residente a Porto Sant’Elpidio (FM), un cittadino albanese, classe 1984, residente a Sant’Elpidio a Mare (FM), e un cittadino albanese, classe 1991, residente a Porto Sant’Elpidio (FM), una donna bosniaca classe 1982, residente a Porto San Giorgio (FM), un italiano classe 1969 di Sant’Elpidio a Mare residente a Porto Sant’Elpidio (FM), un foggiano classe 1967 residente a Porto Sant’Elpidio (FM), un calabrese classe 1957 residente a Grottazzolina (FM) ed un fermano classe 1990 residente a Monterubbiano (FM) tutti con precedenti penali.

In totale, sono state verificate circa 130 posizioni di percettori del beneficio economico del reddito di cittadinanza, e sono state richieste misure di sequestro preventivo delle somme indebitamente percepite per un ammontare complessivo di circa 60.000 euro. Le attività di verifica e contrasto sono ancora in corso per l’analisi di ulteriori posizioni sospette di percettori del reddito di cittadinanza

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS