Fossombrone, Patarchi al settimo cielo: “Il gol più importante della mia carriera”

Alex Patarchi con la medaglia al collo

ECCELLENZA – Il difensore decisivo nella finale di Coppa. E domenica torna il campionato con l’insidiosa gara contro il Montefano

di Michele Raffa

Il Fossombrone alza la Coppa al cielo

1997, 2007 e 2020. Il detto non c’è due senza tre ha avuto la meglio nella serata del Bianchelli di Senigallia, dove ad alzare il trofeo al cielo è stata la Forsempronese. Una serata che Alex Patarchi non dimenticherà mai: stacco aereo imperioso da calcio d’angolo all’87’, poi corsa sotto la tribuna per ricevere l’abbraccio dei compagni con i quali al triplice fischio ha alzato al cielo la Coppa Italia d’Eccellenza Marche. “Ad oggi sicuramente è il gol più importante della mia carriera” afferma il difensore classe ’90, uno logicamente non abituato al gol, ma nella serata di mercoledì ha indossato i panni di Sergio Ramos, solito segnare in circostanze simili gol di un certo spessore. In quel caso è la Champions League, qui si parla di Eccellenza, ma la sostanza resta identica. “In una finale tutti vogliono vincere, ma nessuno vuole concedere spazi. L’hanno decisa, come succede spesso in queste occasioni, gli episodi. Anche la fortuna di avere una rosa lunga e valida ci ha permesso nel finale di affondare meglio il colpo. Nel secondo tempo infatti, abbiamo creato molto di più, quindi alla fin dei conti meritavamo anche noi più del Porto d’Ascoli”.

La Forsempronese si è presentata all’atto finale della competizione regionale da capolista del campionato d’Eccellenza e ora sarà lei a rappresentare le Marche nel prossimo turno quando agli ottavi (andata 26 febbraio e ritorno 4 marzo) affronterà gli abruzzesi del Tiferno. Anche il direttore sportivo, Marco Meschini, artefice della composizione della rosa, non vuole porre limiti al sogno rossoblu: “La programmazione è fondamentale. Già da maggio dello scorso anno avevamo iniziato a lavorare su questa rosa. Eravamo partiti per l’obiettivo salvezza e a distanza di 5 o 6 mesi ritrovarci con questi risultati era impensabile. Sicuramente siamo molto contenti di questo risultato, ma la sbornia dei festeggiamenti deve finire subito. Domenica ci aspetta una sfida importante con un Montefano in salute reduce da diverse vittorie consecutive e non vedrà l’ora di battere la formazione che ha appena vinto la Coppa Italia regionale“.

Ti potrebbero interessare

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi