Forsempronese sul tetto delle Marche

La Forsempronese alza la coppa al cielo

COPPA ITALIA ECCELLENZA – L’inzuccata di Patarchi allo scadere condanna il Porto d’Ascoli battuto 2 a 1 nella finalissima del Bianchelli

di Claudio Comirato

Con un gol di Patarchi arrivato a 3 minuti dal termine la Forsempronese conquista la Coppa Italia Marche di Eccellenza a spese del Porto d’Ascoli arrivato a questa finale con qualche problema in fatto di organico. Una vittoria tutto sommato meritata per la formazione metaurense, che sopratutto nel secondo tempo ci ha creduto di più rispetto al Porto d’Ascoli, con mister Fucili che ha indovinato i cambi dando più vigore alla manovra offensiva, soprattutto nella seconda parte della ripresa. Per il Porto d’Ascoli resta l’amarezza di una finale persa quando a 3 minuti dal termine i supplementari sembravano davvero dietro l’angolo.

Izzotti deve fare a meno di Napolano, il grande assente della serata fuori per squalifica, mentre Fucili parte con Buresta, Battisti e Pandolfi che si accomodano in panchina. Primi 20 minuti di gioco dove le squadre sembrano studiarsi con entrambi i tecnici che optano per un 4-3-3. Con il trascorrere del tempo il Porto d’Ascoli si fa vedere dalle parti di Piagnerelli con Ciarmela prima e Ruggeri poi, ma il gol che sblocca la partita lo segna la Forsempronese al 27′ con Conti la cui conclusione, piuttosto lenta e prevedibile, sorprende nettamente Di Nardo. Gioia metaurense che dura meno di un minuto: Valentini sull’altro fronte controlla di petto un lancio dalle retrovie e poi scarica sul secondo palo il gol che rimette la partita in equilibrio. Sul parziale di 1 a 1 le due squadre tirano il fiato e con lo stesso risultato rientrano negli spogliatoi.

Alla ripresa delle ostilità il copione è lo stesso del primo tempo, ovvero nei primi 20 minuti di gioco non accade nulla poi al 67′ Gallotti su punizione dal limite timbra il palo con Di Nardo fuori causa. Il pericolo corso sembra scuotere la formazione di Izzotti impegnando Piagnerelli che prima devia in angolo una conclusione di Verdesi, poi è bravo a scegliere il tempo di uscita su Sensi lanciato a rete. Il gol che decide la finale arriva all’87’ con Paradisi che circondato da un paio di avversari riesce a guadagnare il calcio d’angolo. Dalla bandierina va lo stesso Paradisi che pesca appostato nell’area piccola Patarchi che di testa fulmina Di Nardo. Nei minuti di recupero il Porto d’Ascoli si butta in avanti alla ricerca del pareggio, ma di fatto non accade nulla di interessante. La Forsempronese vince e ora se la dovrà vedere nella fase nazionale con il Tiferno 1919, squadra umbra di Città di Castello che nella finale regionale ha superato il Ducato Spoleto

Il tabellino

PORTO D’ASCOLI – FORSEMPRONESE 1-2

Porto d’Ascoli: Di Nardo, Petrini, Trawally, Gabrielli, Vallorani, Sensi, Ciarmela, Rossi, Ruggeri, Valentini, Verdesi. All. Izzotti

Forsempronese: Piagnerelli, Copra, Zandri, Gallotti (42’st Pandolfi), Camilloni, Patarchi, Loberti (45’st Buresta), Conti, Barattini (29’st Battisti) Paradisi Pagliari. All Fucili

Arbitro: Pazzarelli di Macerata

Marcatori: 27′ Conti, 28′ Valentini, 87′ Patarchi.

Note. Spettatori 1200 circa. Ammoniti:Paradisi  Conti Gallotti Gabrielli. Angoli 4-4. Recupero 1′ + 4′.

    Ti potrebbero interessare

    Articoli più letti della settimana

    Articoli più condivisi