“Fisch and gol”, Eleuteri spinge che è un piacere: Buni-no, Carosso soliti buchi

PAGELLE FERMANA – L’altoatesino si sblocca nell’1-1 con il San Donato, il terzino viaggia. Re Leone deve fare di più

di Lorenzo Attorresi

Nardi 6: Ubaldi se la stoppa all’indietro ma con una torsione gira una cannonata in porta: tanti meriti all’attaccante, per il resto mai impegnato.

Eleuteri 7: giocatore su cui – a naso – si potrebbe contare un po’ di più. Lo dimostra con una prova convincente in fase di spinta e di recupero: suo l’anticipo aggressivo da cui scaturisce il pari. Su Galligani, uno dei pochi toscani con esperienza in C, se la cava.

Parodi 6.5: lusso per una realtà come Fermo e per chi ha negli occhi l’ultimo Blondett. Arriva scoordinato su un paio di palloni, ma altra prova di sostanza.

Pellizzari 6: l’unico giocatore gialloblù sempre presente in tutti i minuti di campionato, finchè Protti non decide di toglierlo per provare a vincerla sfruttando la superiorità. Qualche lancio nel vuoto alternato a cose più apprezzabili.
Tulissi (35’st) sv: deve trovare la miglior condizione, un po’ pesante dopo l’infortunio.

Carosso 5.5: è un difensore centrale adattato sull’esterno, dovrebbe avere dunque la fase difensiva nelle corde e invece continua a lasciare buchi. Stavolta però non c’è Merkaj dell’Entella, eppure… Il San Donato sfonda da lì e va in rete.
Spedalieri (13’st) 6: consueta mossa per il 3-5-2. Chiude da centrale a quattro con la fascia al braccio e va a cercare il gol in area avversaria sugli angoli.

Graziano 6: capitano di serata, un po’ timido, poi cresce, si galvanizza e cerca l’inserimento. Quando effettua un retropassaggio nel finale, però, la tribuna rumoreggia. C’è ancora qualche scoria dell’anno passato, ma ha la personalità per dimenticarla e farla dimenticare.
Romeo (35’st) sv

Scorza 6: aveva tutto da perdere, lui che doveva sostituire il big Giandonato per ruolo e compito. Di Giandonato prende però pure i difetti: è poco aggressivo e Ubaldi ha il tempo di stoppare, girarsi e segnare. Non si abbatte, lavora il pallone che poi Fischnaller depositerà in rete – che paperona Rossi – e nel finale sfiora il terzo gol stagionale con un tiretto che un portiere dei pulcini avrebbe bloccato…
Misuraca sv: infortunio muscolare da valutare, ma già nel riscaldamento non stava bene: De Nuzzo e Gkertsos erano in preallarme…
De Nuzzo (18’pt) 6: entrare a freddo non è semplice, lavora in fascia in due-tre sistemi diversi.

Pinzi 6: il prato del Recchioni – inguardabile – non è quello del Del Conero ed anche “Pinzino” fa fatica ad accelerare e saltare l’uomo. A volte vuole strafare, ma si vede che ha un qualcosa di speciale.

Bunino 5.5: Buni-NO. Al 70′ svirgola un tiro al volo dal limite, avrebbe almeno dovuto impegnare il portiere. In fase conclusiva ci si aspetta molto ma molto di più. E quando Rossi perde il pallone in area piccola, lui arriva in ritardo: non è Pippo Inzaghi, ma alla Fermana servono dei gol per vincere le partite.

Fischnaller 7: l’ospitata a “Le Marche nel Pallone” su Tvrs nella puntata di domenica scorsa gli ha portato bene. Chissà se ora alla prossima vacanza con il suo amico Sbaffo della Recanatese inviterà pure il portiere del San Donato Matteo Rossi: il gol è offerto dalla casa, ma vale uguale. E’ pungente, se lo meritava. Può essere il primo di una lunga serie.

Protti (all) 6: l’avvio è un po’ titubante e penalizzante ma senza metà centrocampo bisognava trovare le misure. Bene non aver perso, bisogna insistere con serenità.

CRONACA FERMANA 1-1 SAN DONATO 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS