Finalmente vittoria, tris del Castelfidardo

SERIE D – Gara iniziata con contestazioni, poi tornano al successo dopo tre mesi

Finalmente Castelfidardo verrebbe da dire. Dopo tre mesi di digiuno assoluto, i biancoverdi centrano un successo importantissimo battendo con un netto 3-0 il Chieti. Non accadeva dallo scorso 5 dicembre in occasione del successo sull’Alto Casertano, poi undici partite senza conoscere la gioia dei tre punti, poi il cambio di allenatore e ora la prima vittoria sotto la gestione Mangiapane. Tre punti d’ossigeno per un Castelfidardo che ha disperato bisogno di punti per uscire dalle sabbie mobili.

La gara inizia subito su ritmi elevati ed è il Chieti per primo a rendersi pericoloso con una doppia chance al decimo. Prima ci prova Ventola che riceve palla da Orlando ma trova la risposta di Demalija. Dal piazzato successivo, schema tra Marini e Pietrantonio, il centrocampista calcia ma la palla termina alta di poco. Il Castelfidardo cresce tanto che al 16’ trova il vantaggio: gran passaggio di Faye per Cardinali, quest’ultimo è bravo a eludere il suo marcatore e scaraventare il tiro in porta per l’1-0. Sono i biancorossi a fare la differenza che si fanno vedere ancora al 36’ con Braconi che s’invola sulla sinistra, cerca l’inserimento di Camara, il difensore lo anticipa, la palla torna al numero 11 locale che tenta la conclusione al volo ma è debole e fuori dallo specchio di porta. Quattro minuti dopo ancora Braconi si divora il gol del raddoppio, Cardinali si accentra lo vede libero e lo serve, ma Braconi cincischia troppo, poi trova uno spiraglio calcia e Forti si supera coprendo il palo. Al 43’ un giallo costa caro a Morganti che per protestare salterà il prossimo match. A fine partita verranno ammoniti anche Braconi e Gega, anche loro due entrambi erano diffidati e salteranno la sfida col Matese.

La ripresa inizia sulla falsa riga del primo tempo e dopo 5 minuti finalmente gli sforzi del Castelfidardo portano al raddoppio: importante palla rubata che scaturisce il contropiede orchestrato da Cardinali, movimento ad accentrarsi, gli si propone sulla destra Cusimano, lo serve coi tempi giusti e l’8 biancoverde tira una bordata in diagonale con Forti che non può nulla. Un lampo scuote il Mancini alla mezz’ora, Bracciatelli da lontanissimo tenta l’eruogol e solo un miracolo di Forti gli nega la gioia di un gol che avrebbe visto, rivisto e sicuramente raccontato ai nipoti. Al 35’ il Castelfidardo cala anche il tris, difesa del Chieti in bambola grazie alla bella manovra veloce del Castelfidardo: Cusimano serve Camara, a sua volta Bracciatelli che gioca a memoria per Braconi che sulla sinistra è solissimo e con un bel piattone piazzato batte Forti. Al primo minuto di Cardinali c’è tempo anche per un’altra occasione degli uomini di Mangiapane con Cardinali che riceve un gran cross dalla destra e la palla finisce alta di pochissimo. I cinque minuti di recupero servono solo per scaldare gli ultras locali che possono tornare a festeggiare insieme ai propri beniamini un successo che mancava veramente da troppo tempo.

Il tabellino

CASTELFIDARDO – CHIETI 3-0

CASTELFIDARDO (4-2-3-1): Demalija; Morganti (37’st Landi), Baraboglia, Gega, Riggio; Cusimano, Faye (1’st Marcelli); Cardinali, Bracciatelli, Braconi (47’st Cvetkovs); Camara (39’st Perkovic). All. Mangiapane.

CHIETI (3-5-2): Forti, Chiaccia, Bassini, Pietrantonio; Di Mino (32’st Gai), Ventola (18’st Coulibaly), Mele (10’st Verna), Marini, Siragusa (10’st Puglielli); Orlando, Fabrizi (10’st El Ouazni). All. A. Lucarelli.

Arbitro: Arnaut di Padova
Reti: 16’ Cardinali, 5’st Cusimano, 35’st Braconi.

Ammoniti: Morganti, Fabrizi, Braconi, Gega, Mangiapane (allenatore)

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana