Finalmente i lampioni in Piazza Diaz

La vicenda è ai titoli di coda

Cinque anni sono serviti nei primi del novecento per costruire il vecchio ospedale civile Umberto I° in piazza Cappelli, tre anni e mezzo invece non sono bastati per rimettere a dimora due  storici lampioni rimossi dal comune di Ancona in piazza Diaz nell’Ottobre del 2018.

Ma come tutti i teleromanzi che si rispettano anche quello di piazza Diaz potrebbe – e in tanti lo sperano – essere ai titoli di coda. Nei magazzini di Anconambiente in zona Zipa infatti dal mese di Giugno sopra dei bancali si trovano i due lampioni restaurati che attendono di tornare quanto prima in piazza Diaz. Una vicenda piuttosto grottesca che ha visto anche l’intervento a più riprese in consiglio comunale di Antonella Andreoli, Lega Nord, circa il destino di questi lampioni e i tempi di recupero per una vicenda che ha mosso i primi passi nell’ottobre del 2018 quando proprio il comune decise di rimuoverli da piazza Diaz. Rimozione dovuta al fatto che i lampioni risalenti agli anni trenta dovevano essere restaurati. Con il passare del tempo si era persa traccia di questi lampioni poi ritrovati in un deposito di Anconambiente con il presidente Antonio Gitto che a suo tempo si era impegnato a far restaurare questi lampioni in ghisa definendoli un pezzo di storia del capoluogo di regione.

A distanza di tre anni, nonostante i ritardi, l’impegno è stato mantenuto con Anconambiente che ha trasportato questi lampioni in ghisa presso una ditta di Bertinoro dove sono stati restaurati per una spesa di circa 15000 euro per fare poi ritorno nel mese di giugno al deposito di Anconambiente. Nel frattempo il comune di Ancona in più di una circostanza ha provato a dettare i tempi per il ritorno dei lampioni in piazza Diaz, scadenze non mantenute ma ora l’Assessore Stefano Foresi prova ancora una volta a fissare una data per chiudere l’intera vicenda: “Siamo in ritardo e la cosa è innegabile. La gara di appalto  per un importo di circa 25.000 Euro è stata fatta entro la metà di Febbraio gli storici lampioni di piazza Diaz torneranno al loro posto. Per la mossa in posa dovremo fare degli interventi di natura edile la piazza dovrà rimanere chiusa per tutta la durata dei lavori per motivi di sicurezza”.

Se i due lampioni di piazza Diaz a breve potrebbero tornare al loro posto, nulla si sa invece del pastorale in ghisa sparito dalla circolazione dopo essere stato rimosso da Anconambiente a piazza Cavour nel 2015. Una storia che ricorda quella della panchina sempre di piazza Cavour dove il generale Armando Diaz annunciava la sconfitta delle truppe austro ungariche nel 1918 ritrovata in un museo di Longiano a pochi chilometri da Bertinoro  e recuperata dai Carabinieri.

Matteo Rossi
Author: Matteo Rossi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS