Finale Amatori, guerriglia sugli spalti: gara sospesa, contuso il padre di un calciatore

Calci, pugni e lanci di bottiglie. Al Martellini di Porto Sant’Elpidio la gara tra Pietralacroce e Real Fefo termina con una maxi rissa 

Una bottiglia lanciata in campo all’indirizzo di un giocatore e poi il putiferio. Pomeriggio di follia al Martellini di Porto Sant’Elpidio. La finale del campionato Amatori tra Pietralacroce e Real Fefo termina in una maxi rissa scatenata sugli spalti che ha costretto l’arbitro a fermare il match con largo anticipo dal momento che erano venute meno le condizioni di sicurezza per portarla a termine. Allo stadio sono intervenute anche 4 pattuglie dei carabinieri per sedare gli animi che ha visto coinvolti anche bambini e anziani, uno di questo era il padre di un calciatore che ha riportato la rottura del tendine d’Achille. Che in campo fosse una finale tesa si evince anche dalla presenza sugli spalti di ultras accaniti a seguito della propria squadra. Territorialmente parlando, era stata considerata da molti una sorta di storico derby tra Ancona e Samb, una rivalità sempre accesa (anche oltre i limiti) calcisticamente parlando. Dopo un primo tempo combattuto ed equilibrato, nella ripresa la gara è degenerata quando il Real Fefo è rimasto in 10 per un’espulsione per poi trovare il gol del vantaggio. Da lì in poi è stato l’inferno. Calci, pugni e bottiglie di vetro che volavano a destra e a manca. Un caos tra le due tifoserie, ma all’interno delle quali vi erano parenti e bambini accorsi allo stadio per godersi una giornata di festa all’insegna del calcio sostenendo i propri familiari in una gara così importante. Tutto è stato, fuorché una giornata all’insegna dei veri valori che contraddistinguono lo sport. Ora si attende solo il verdetto del Giudice Sportivo in merito al referto compilato dal direttore di gara. Non ci sorprenderebbe se il provvedimento sancirà la sconfitta a tavolino per entrambe le squadre con il titolo del campionato Amatori che potrebbe non essere assegnato.

Claudio Comirato
Author: Claudio Comirato

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS