Filippo Saltamartini: “L’ospedale di Macerata si fa: i soldi ci sono”

Il vicepresidente della Giunta regionale con delega alla Sanita'; sen. Filippo Saltamartini

“Esiste un finanziamento specifico derivante dal Fondo nazionale Ospedali e dal bilancio della Regione” assicura il vice di Acquaroli con delega alla Sanita’

Nessun ’11 Settembre’ per il nuovo ospedale di Macerata. Dopo i dubbi espressi venerdì scorso dagli studi recanatesi di Tvrs (a ‘Fatti Commenti’) a chi scrive, dal capogruppo consiliare del Pd, interviene lo stesso vicepresidente della Regione con delega alla Sanita’. L’avv. Narciso Ricotta in quella recentissima occasione, ha messo infatti in dubbio l’apertura entro l’anno che verra’ del cantiere da cui nascera’ il nuovo ospedale atteso da molto tempo dall’intero comprensorio. La ‘buona novella’ era stata data peraltro in esclusiva da questa testata e dal vostro cronista che aveva intervistato il sindaco Parcaroli.

L’avv. Narciso Ricotta, capogruppo Pd al comune di Macerata (nella foto: negli studi Tvrs venerdì scorso ospite di ‘Fatti e Commenti’)

Ribadita ora (a margine del convegno su Droghe, Mafie e sicurezza organizzato dal segretario della Lega, Aldo Alessandrini) dallo stesso responsabile della Sanita’ regionale, sen. Filippo Saltamartini per cui l’accostamento all’11 Settembre non e’ peregrino essendostato lui, alto funzionario di Polizia, l’unico non americano accolto a Ground Zero in quell’ anno terribile che vide l’America sotto attacco (“Alzai gli occhi sopra di me e vidi cime un’enorme Tau firmata da due altrettanti enormi travi a bloccare la gigantesca frana dei detriti in cui era ridotta una delle Torri gemelle” ricorda).

E dunque sul nuovo ospedale: “C’e’ un finanziamento specifico che deriva dal Fondo nazionale Ospedali e dal Bilancio della Regione. I soldi ci sono. Tutto e’ pronto. Non fu vuota promessa. Sono per la Politica seria. Sono un amministratore. I dati per quanti riguarda la nostra Sanita’ sono certificati. Dati che ci pongono come Modello in Italia. Siamo terzi come servizi operativi ospedalieri e tra le 5 regioni ‘premiati’ con un surplus di 11 mln dallo Stato per aver adempiuto ai parametri LEA (livelli essenziali d’assistenza)”. Il nuovo sottosegretario alla Sanita’? “Siamo stati il Governatore Acquaroli ed io a richiedere un focus dopo la pandemia affrontata senza due  direttori di livello apicale. L’ex primario del Pronto Soccorso, dottor Aldo Salvi mettera’ le sue competenze professionali a disposizione per nuovi progetti. Un grande tecnico al posto giusto“.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS