Ferrante, il vero dentista sei tu: Giam-palo devastante e Pagliari tende la trappola

PAGELLE RECANATESE – L’ex è speciale, l’attaccante segnò già al Recchioni quasi 8 anni fa: mister show

Meli 6.5: un suo errore aveva spianato la strada alla Lucchese sabato scorso, ma al Recchioni rinasce: tanta personalità soprattutto nelle uscite finali. Per il resto non gli arriva un tiro nello specchio…

Ricci 6.5: contro la Fermana si salvò ai playout con la Viterbese. La gara d’andata nel maggio 2022 andò abbastanza male – Kyeremateng illuse tutti, sette giorni dopo finì diversamente -, stavolta non ci sono appelli e il centrale classe ’89 da braccetto a tre dà la giusta solidità.

Ferrante 7: vederlo far la veronica sull’attaccante in pressing ed uscire serenamente palla al piede nei pressi del 90′ fa sorgere il dubbio: è qualcun altro travestito da Ferrante col barbone rosso? E’ lui il vero dentista al Recchioni. L’ex non soffre l’emozione, e rinnova la splendida prova già mostrata a viale Trento nel campionato scorso. Micidiale negli ultimi minuti, tanti traversoni, lui si esalta.

Veltri 6: una buonissima prova mitigata da qualche leggerezza come quando vuol strafare e si va a prendere un giallo gratuito.

Senigagliesi 6.5: molta corsa in fascia nel 3-5-2, non c’è lo spunto offensivo ma si mette al servizio degli altri. (33’st Quaquarelli sv)

Morrone 6.5: sfiora il raddoppio con un bell’inserimento di testa nel finale. Prima occupa con giudizio la sua zona di campo. (33’st Raparo sv)

Prisco 6.5: un ex Primavera del Benevento al primo anno in C. Ha discreta personalità nel mezzo. Va anche al tiro accompagnando l’azione. (44’st Gomez sv)

Carpani 6.5: specialista nel pressing e negli sfondamenti, piace molto per come interpreta la gara. E’ un fattore di questa Recanatese anche se quell’occasione a fine tempo non la doveva fallire.

Longobardi 7: piacevole nota di serata. Contrasta e attacca sulla fascia, ma attenzione alle mani. Si aiuta col mestiere su Grassi in area. Un po’ di rischio c’è.

Melchiorri 6: al Recchioni, lo scorso anno, registrò forse una delle ultime prove convincenti con la maglia dell’Ancona, almeno sin quando Colavitto non ebbe l’idea di spostarlo sulla sinistra rendendolo inefficace in quel derby. Al Recchioni, stavolta, con la maglia della Recanatese è meno dirompente. Non dà mai l’idea di poter essere pericoloso, è un Cigno di Treia meno bello ma molto utile quando va in cielo e prolunga il pallone sparacchiato da Meli per Giampaolo: il gol decisivo nasce lì. Tante volte basta poco… (46’st Ferretti sv)

Giampaolo 7.5: da Giam-palo a Giampa-gol è un attimo, basta meno di tre giorni. Man of the match, una freccia che va al doppio degli altri. In questo stadio aveva già timbrato, otto anni fa, in Serie D, con la maglia del Giulianova (29 novembre 2015, finì 2-2 con pari di Iotti al 90′ per la squadra di Osvaldo Jaconi, quando il migliore in campo fu…Ferrante, difensore giuliese). Si ripete e stavolta vince. (33’st Sbaffo sv)

Pagliari (all) 7: cambia modulo dopo un paio d’anni e sorprende tutti col 3-5-2. Per quel che si è visto anche nelle precedenti tre gare, i tre punti della sua squadra sono pochi: ne avrebbe meritati di più.

CRONACA FERMANA-RECANATESE
PAGELLE FERMANA

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS