Fermana stesa in casa

SERIE C – Al Recchioni brinda la Feralpi

di Lorenzo Attorresi

L’Airone è Stanco, ma la Feralpisalò vola lo stesso più in alto dei canarini. La Fermana perde in casa ed è incredibile, dopo una partita tutto sommato ben giocata, viziata da una incomprensione tra il terzino Manetta e il portiere Palombo che ha permesso all’ex Sangiustese Scarsella di depositare il gol della vittoria a porta sguarnita. Era solo passato un quarto d’ora e sin lì la Fermana aveva approcciato decisamente meglio. Piglio migliore anche dopo, ma non è bastato per trovare il pertugio giusto, nonostante Bacio e Petrucci fossero partiti ispiratissimi. Nella ripresa, poi, la big Feralpi si è affidata alle parate di De Lucia, prodigioso due volte sul neo-entrato Maistrello, pericolosissimo prima di testa e poi con una sventola mancina da fuori. Fa specie che Destro abbia nel finale messo molti giocatori offensivi in campo, con Zenoni invece a togliere tutte le punte per arroccarsi dietro. Tanto è bastato per portare a Salò la prima vittoria stagionale.

La cronaca – Destro conferma in toto l’undici delle prime due partite, relegando ancora una volta Ricciardi in panca. Zenoni, invece, modifica l’assetto dando una chance a Stanco al fianco di Caracciolo. Out i marchigiani Eleuteri, ex Ascoli, e Mordini, ex Porto Recanati. Si fa preferire in avvio la Fermana che si riversa in avanti pompando sulle fasce. Bacio Terracino, però, è piuttosto fiacco quando c’è da tirare e per De Lucia è facile metterci i guanti. Canarini avanti in fiducia, quando succede il patatrac. Da un rilancio a occhio chiusi di Rinaldi, Manetta appoggia di testa (male) per Palombo che è poco pronto, Scarsella uccella tutti saltando il portiere e mettendo dentro di testa. Non si perde d’animo la Fermana, con Petrucci che mette in crisi Contessa poi non punge. E alla fine della prima frazione è Maiorino su punizione a timbrare il palo. Nella ripresa, i gialloblù ci provano con il solito Petrucci, il cui esterno sinistro sporco lambisce il palo. Destro tenta di riaprirla cambiando addirittura tre calciatori in contemporanea (dentro Maistrello, Tedone e Ricciardi): il biondo ex Vicenza debutta molto bene. Poco mobile ma presente in area, De Lucia gli dice no due volte. Anche Scrosta di testa va a un centimetro dal pari. E quando vedi Caracciolo e Stanco a rincorrere gli avversari pensi davvero che la Fermana abbia fatto una bella prestazione. Che purtroppo non è bastata.

il tabellino:

FERMANA (4-3-3) Palombo; Manetta (11’st Tedone), Comotto, Scrosta, Sperotto; Mantini, Isacco (11’st Ricciardi), Urbinati (25’st Molinari); Petrucci 6 (33’st Iotti), Cognigni (11’st Maistrello), Bacio Terracino. (Gemello, Mane, Persia, D’Angelo, Bellini, Liguori, Rolfini). All. Destro.

FERALPISALO’ (4-3-1-2) De Lucia; Zambelli, Rinaldi, Giani, Contessa; Magnino (38’st Guidetti), Carraro (30’st Pesce), Scarsella; Maiorino (25’st Ceccarelli); Stanco (38’st Altobelli), Caracciolo (30’st Legati). (Liverani, Eleuteri, Mordini, Altare, Bertoli, Mauri). All. Zenoni.

ARBITRO Longo di Paola.

RETI 14’pt Scarsella.

NOTE ammoniti Rinaldi, Magnino, Comotto, Carraro; angoli 3-1; recupero 1’+4’; spettatori 1540.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS