Fermana, per i playout da quella parte! Città impazzita, ora il Recchioni dovrà tremare

Mister Mosconi a Sassari - foto Alex Sanna

SERIE C – Apoteosi a Sassari davanti a 26 eroi. Olbia staccata, da recuperare un punto sulla quintultima piazza per accedere agli spareggi. Ma se prima ci credeva solo Mosconi, ora ci credono tutti. Domenica ore 14 con la Lucchese stadio incandescente, meno tre gare alla fine

Due vittorie di fila la Fermana non le metteva insieme da un anno e tre mesi. Paponi, invece, non segnava da quasi due anni e mezzo: l’ultima rete con il Bari era datata 27 novembre 2021. Ma il calcio è questo. Ci si può svegliare da un momento all’altro e i canarini hanno scelto quello più bello. Espugnata Sassari, data continuità al successo con il Rimini, onorati i 26 supporters eroi che si son presentati in Sardegna: ridato vita alla classifica a cavallo di Pasqua. Respirata aria di resurrezione.

I 26 eroi a Sassari – foto Alex Sanna

Staccata l’Olbia, accorciata la distanza dalla quintultima piazza. Ora il nuovo limite è quello della Recanatese, che ha surclassato la Carrarese con quattro gol nel primo tempo sorpassando l’Ancona. Attualmente il -9 dei canarini sulla quintultima posizione è ancora limitante: ad oggi la Fermana sarebbe retrocessa direttamente ma con tre partite a disposizione ed i primi miracoli già avverati c’è una città che ci crede fortemente ed è impazzita.

Il destino è (quasi) completamente nelle mani di Giandonato – secondo gol di fila, ottimo ritorno pure del capitano – e compagni. Domenica, ore 14, il Recchioni dovrà tremare. Prossima avversaria la Lucchese. Che bello sarebbe aggiungere al manipolo dei 26 “sardi” altri due “zeri” alla fine. Il momento è propizio, il mondo del tifo è in fermento e dopo mesi tremendi c’è voglia di sognare e crederci. Se prima ci credeva soltanto mister Mosconi – 8 punti in 5 gare per lui -, ora ci credono tutti. E se pure Stefano Protti avesse avuto ragione? “Ci salviamo nelle ultime sei. Il calendario può dare una mano”, sosteneva. A Sassari, i canarini hanno fatto valere motivazioni di gran lunga più alte, raggiungendo un risultato forse impossibile qualche settimana fa, nonostante tante defezioni, nonostante tanti dubbi e incertezze. Quelle spazzate via in nemmeno dieci giorni.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS