Fermana, niente tifosi: big match senza pubblico

SERIE C – Manuzzi di Cesena a porte chiuse il prossimo sabato 3 febbraio. Decisivo il caso Shpendi, provvedimento dopo l’aggressione del padre del ragazzo al portiere dell’Olbia

Magari potrà costituire un piccolo vantaggio per i gialloblu, di certo dispiacerà a tutti quei supporter che si sarebbero messi sicuramente in marcia per affrontare una trasferta comoda e molto suggestiva, in uno stadio storico e riammodernato. Sparisce il fattore campo dell’Orogel Stadium-Dino Manuzzi di Cesena. A seguito del caso Shpendi, il Giudice Sportivo ha squalificato lo stadio per una giornata e proprio Cesena-Fermana si disputerà a porte chiuse.

Nella notturna di sabato 3 febbraio, dunque, gli uomini di Protti affronteranno l’attuale capolista in territorio nemico ma in “silenzio”. La sanzione, infatti, è da scontare “in occasione della seconda gara casalinga di Campionato che la società Cesena disputerà successivamente alla data di pubblicazione della presente decisione”. Dunque Cesena-Pontedera, sabato 20 gennaio si giocherà a porte aperte. Stadio sigillato, invece, nel turno interno seguente, quello con la Fermana.

Per il Cesena anche mille euro di multa. Per il padre di Cristian Shpendi, albanese-marchigiano residente a Lucrezia, un Daspo di tre anni (leggi). In occasione dell’ultima partita con l’Olbia, al triplice fischio Alex Shpendi era entrato sul prato verde puntando dritto contro il portiere dei sardi, reo di aver rifilato un colpo al figlio durante un’azione di gioco poco prima. L’aggressione è costata cara.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS