Fermana, il rinvio complica il 2022: subito due trasferte consecutive

Il dg della Fermana Conti e il presidente della Lega Ghirelli

SERIE C – Prima giornata dell’anno col Gubbio posticipata a febbraio. Il dg Conti scettico: “Avrei preferito slittamento del campionato”

Il proliferare di casi Covid ha costretto la Lega Pro alla scelta. Rinviata la prima giornata del nuovo anno, che sarebbe coincisa con la seconda del girone di ritorno. Nessuna gara sabato prossimo, dunque. Si ripartirà come da calendario rispettando gli impegni del weekend del 15 gennaio.

La ristrutturazione delle tappe penalizzano sicuramente la Fermana. I canarini non giocheranno sabato 8 al Recchioni con il Gubbio e dovranno così inaugurare il 2022 con due trasferte di fila. La prima a Montevarchi, la seconda a Modena. Inizio durissimo. Bisognerà aspettare il 30 gennaio per ritornare nella propria fortezza: quel giorno arriverà a Fermo la Carrarese, dando vita ad una settimana di clima infuocato.

Il giorno dopo, lunedì 31 gennaio, chiuderà infatti il calciomercato costringendo i dirigenti ad un vero e proprio tour de force. E inoltre, mercoledì 2 febbraio, è stato piazzato il recupero della giornata congelata. Fermana-Gubbio, infrasettimanale notturna, inizierà alle ore 21. Altri quattro giorni e i canarini saranno di scena a Grosseto. Insomma, calendario intasatissimo nei primi quaranta giorni del nuovo anno.

Il dg Fabio Massimo Conti lo prende con le molle. “Avrei fatto scelte diverse. Ad esempio, sarebbe forse stato meglio far slittare di una settimana tutto il campionato, piuttosto che piazzare il recupero in infrasettimanale a poche ore di distanza dalla chiusura del mercato… – il rammarico del dirigente gialloblu -. Il filotto sarà tosto. Ma non possiamo farci niente…”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana