Fermana, grave k.o. per Marchi: emergenza anche in attacco

Marchi all'uscita dal campo contro il Montevarchi

SERIE C – La punta eugubina rischia lungo stop per infortunio muscolare. E Scrosta è ancora lontano dal rientro

Il momento dell’infortunio

La corsa in profondità, la fitta al flessore, la caduta e le mani in faccia. All’inizio di Fermana-Montevarchi l’attaccante canarino Ettore Marchi ha accusato un infortunio muscolare di rilevante consistenza. Saranno gli esami strumentali a percepirne la precisa entità, ma chiunque è già in grado di quantificarne la stima.

Sicuro il danno concreto, dato che le sensazioni post gara di Marchi sono estremamente negative. L’eugubino dovrà fermarsi per un tempo medio-lungo saltando svariate partite. Una decina in totale? Questo rischio c’è, inutile negarlo. E senza il 36enne ex Vis Pesaro anche il reparto offensivo gialloblu va in difficoltà, considerando che ora la responsabilità ricadrà su un Cognigni che non può essere al top dopo l’operazione a tibia e perone, su un Nepi che non può essere un titolarissimo, su un Rovaglia (2001 ex Chievo, in prestito dalla Ternana) a cui Domizzi ha concesso la bellezza di zero minuti in campionato. Se le punte centrali sono queste, gli esterni saranno chiamati a fare la differenza: Frediani, lo stesso Bolsius che dovrà accelerare l’inserimento.

Insomma, reparto offensivo rabberciato proprio come la difesa, seppur l’ottimo Blondett. Con Scrosta, l’ex Reggina formerà una grande coppia, peccato che però Edo si sia lesionato in Coppa Italia e a distanza di qualche settimana ancora è lontanissimo dal recupero. Colui che poteva tranquillamente essere considerato un altro grande centrale, ossia Donato De Pascalis, va invece verso la seconda operazione al crociato consecutiva. La Fermana è dunque senza stopper, con il povero Sperotto che presumibilmente dovrà continuare ad adattarsi in una posizione non sua. E domenica al Recchioni arriva il Modena, una big partita zoppicando e che non può più sbagliare.

 

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia