Fermana, c’è il nuovo segretario: ha anche la qualifica di direttore sportivo

SERIE C – Ufficiale Maurizio Stinco, siciliano col mito di Faggiano: due piccioni con una fava?

Senza direttore sportivo, senza medico, senza nemmeno segretario – addio con Samuele Donati – la Fermana è alle prese con una rivoluzione extra-campo. Per il responsabile sanitario che prenda l’eredità della dottoressa Spada sarebbe questione di attimi. E’ stato fatto, intanto, il nuovo segretario. Curiosità: ha anche la qualifica di direttore sportivo. Due piccioni con una fava? E se non fosse solo una battuta?

Si sa, d’altronde, che la Fermana è sempre attenta al centesimo. Si vedrà. Sta di fatto che in segreteria già da qualche giorno si è insediato il siciliano Maurizio Stinco, nativo di Trapani, che nell’ultima stagione ha lavorato nel settore giovanile dell’Alessandria promossa in B. Lo scorso anno, inoltre, Stinco ha superato l’esame di direttore sportivo a Coverciano.

Quindici anni fa lasciò la sua Trapani, a Pisa si è laureato in Giurisprudenza per poi fare un master in Diritto Sportivo alla Bicocca di Milano. In Piemonte, nell’Alessandria, ha lavorato nel settore giovanile ed ha fatto anche l’osservatore per la prima squadra. Il suo modello? Daniele Faggiano, l’ex ds di Trapani e Parma.

Mettendo da parte le fantasie, se Stinco sarà il segretario, chi sarà il direttore sportivo? Ore frenetiche, anche perchè tra una settimana ci si raduna. Prima parte del ritiro in casa, probabilmente al Pelloni – bocciate Monte Urano, Porto Sant’Elpidio, Petritoli -, seconda parte a Sarnano.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia