Fermana, adesso è giusto sognare: playoff possibili

SERIE C – Con il Modena miglior quarta, ripescata l’11esima del girone: combinazioni favorevoli per Urbinati & Co

Alzare il tiro, prima, non sarebbe stato corretto. Bisogna sempre aver rispetto del percorso fatto, di dove si è partiti, del sudore e della fatica. “Playoff” non è mai stata una parola concepita da noi quest’anno. Nemmeno dopo la vittoria con il Cesena datata mercoledì 3 marzo: Fermana a quota 34 punti, “salvissima” quando doveva giocare ancora 11 partite.

Per la prima volta, l’abbiamo utilizzata tiepidamente alla vigilia di Pasqua: a Ravenna, contro una squadra distrutta da Covid e infortuni, la Fermana aveva due chance in una: match ball salvezza aritmetica e rilancio verso il sogno. 0-0 deludente, esame rimandato.

Ma adesso che i canarini hanno completato matematicamente il loro miracolo – mantenimento della categoria in anticipo – nonostante i soli 8 punti nelle ultime 9 gare (calo fisiologico), è giusto ballare sino alla fine. I playoff sono a -3. Se il Modena si confermasse la miglior quarta di tutta la Lega Pro – ha bisogno di 4 punti degli ultimi 6, quota che potrebbe anche abbassarsi se il Bari scivolasse ancora -, ai playoff sarebbe ripescata l’undicesima del girone B.

Si potrebbe perciò aprire un confronto a tre tra Gubbio (45), Virtus Verona (45) e…Fermana (42) a 180′ dal termine. La Fermana domenica sera al Recchioni ospiterà proprio la Virtus Verona – che ha perso 8 delle ultime 10 gare -, mentre il Gubbio andrà ad Imola contro una squadra affamata di punti playout. E se alle ore 23 tutte si ritrovassero appaiate a quota 45? L’undicesima sarebbe proprio la Fermana, favorita dalla classifica avulsa (4 punti con il Gubbio, eventualmente 4 con la Virtus, irraggiungibile a 8).

Poi gli ultimi 90′. Fermana a Legnago, Gubbio in casa con il Fano, Virtus Verona con il Modena. Tre partite da tripla. Tutto può succedere. Giusto giocarsela sino alla fine. Adesso sì che si può dire.