Ferisce la compagna con un coltello e colpisce suocera davanti ai figli piccoli: arrestato operaio

Caos l’altra sera a Roccafluvione (Ascoli), dove un 35enne ubriaco ha perso letteralmente la testa. Intervenuti i carabinieri, è dietro le sbarre

Picchia la compagna ferendola con un coltello e colpisce anche la suocera; tutto davanti ai suoi figli piccoli. Per questo motivo i carabinieri della compagnia di Ascoli Piceno hanno arrestato un operaio 35enne accusato di lesioni aggravate dall’uso di un’arma da taglio, dal vincolo di parentela e dallo stato di ubriachezza.

E’ accaduto venerdì sera sera a Roccafluvione (Ascoli Piceno) quando l’uomo, rientrando a casa per cena, è stato rimproverato dalla compagna per il suo stato alterato per aver bevuto; circostanza che recentemente sarebbe accaduta troppe volte e che la donna non tollerava. L’operaio ha reagito male, ha colpito la moglie con una testata e pugni.

Fuori di sé, ha afferrato un coltello da cucina. Secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, nel tentativo di disarmarlo che la compagna si sarebbe ferita alle mani tanto da dover ricorrere alle cure del pronto soccorso dell’ospedale Mazzoni, così come la madre, intervenuta per difenderla e rimasta a sua volta contusa. Sono state dimesse con una prognosi rispettivamente di 15 e 12 giorni. I carabinieri hanno sequestrato il coltello insanguinato e i telefoni cellulari della coppia.

(Ansa)

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS