Fashion Mood, doppio appuntamento con l’alta moda firmata CNA

Giovedì 20 luglio a San Benedetto e venerdì 21 a Grottammare

Grandi novità in vista per la nona edizione di “Fashion Mood – Eccellenze in passerella”, la sfilata di moda promossa dalla CNA di Ascoli Piceno che anche quest’anno metterà in mostra le splendide creazioni dei maestri artigiani del Piceno nella straordinaria vetrina della Riviera delle Palme.

Sulla scia del grande successo ottenuto negli ultimi anni, quest’estate lo spettacolo di Fashion Mood raddoppia. Oltre al consueto e confermatissimo appuntamento in piazza Kursaal a Grottammare, l’ormai imminente edizione 2023 vedrà la sfilata fare tappa anche a San Benedetto per una doppia serata all’insegna dell’alta moda Made in Marche.
Sarà infatti il circolo tennis Maggioni, in pieno centro a San Benedetto, a inaugurare l’evento nella serata inaugurale di giovedì 20 luglio alle 21,30, con la conduzione affidata alla campionessa olimpica Elisa Di Francisca e a Marco Moscatelli. Per l’occasione, in linea con l’importanza da sempre riservata dall’associazione al tema della formazione scolastica e professionale, Fashion Mood debutterà con un concorso riservato agli studenti degli istituti superiori delle Marche e dell’Abruzzo. A giudicare le creazioni degli stilisti emergenti del territorio sarà una commissione composta dal sindaco di San Benedetto Antonio Spazzafumo, dal responsabile CNA Federmoda Antonio Franceschini e da tre autentiche eccellenze della moda marchigiana: lo stilista sambenedettese Vittorio Camaiani, il vincitore dei Wedding Awards 2023 Emiliano Bengasi e “l’artigiana dei sogni” Marta Jane Alesiani.

Il giorno successivo, venerdì 21 luglio, sempre alle 21,30, lo spettacolo del fashion marchigiano tornerà poi ad animare piazza Kursaal a Grottammare con Filippo Nardi, Emma Dalla Benetta e un format vincente e ormai collaudato, in grado di abbinare al meglio le emozioni della moda a un intrattenimento di primo livello.

Due serate dedicate alla valorizzazione del territorio e alla promozione degli esponenti di spicco della moda marchigiana e dell’artigianato targato CNA. Come ogni anno, gli abiti, i gioielli, le calzature e gli accessori protagonisti in passerella offriranno la possibilità ad addetti ai lavori, rappresentanti delle istituzioni e consumatori di riflettere sulle prospettive a breve e lungo termine che attendono il settore del fashion, reduce da un periodo estremamente complesso in ottica produzione ed esportazione. Anche per questa ragione, la sfilata e l’associazione hanno ormai da anni sposato una netta linea “green” riservando grande attenzione al tema della sostenibilità.

Secondo i dati forniti da Camera di Commercio delle Marche-Opendata-Infocamere Movimprese elaborati dal Centro studi CNA Marche, tra il primo trimestre 2019 e il primo trimestre 2023 il numero delle imprese attive del sistema moda marchigiano è diminuito del -17,4%, a un ritmo più che doppio rispetto a quello delle imprese manifatturiere totali della regione (-8,4%). Perdono imprese tutti i settori del sistema moda: il tessile (-2,9%), l’abbigliamento (-13,8%) e soprattutto le pelli e calzature (-21,0%). In questo senso, il dato quantomeno meno preoccupante è quello della provincia di Ascoli, che a fronte delle 1.023 imprese marchigiane del fashion in meno nel giro di 4 anni assiste a una perdita tutto sommato contenuta di sole 57 unità.
Il contestuale calo degli addetti del sistema moda su scala regionale (-11,2%) appare peraltro in controtendenza rispetto alla crescita degli addetti del complessivo tessuto manifatturiero (+2,2%) marchigiano.
Non tutte e tre le componenti settoriali perdono addetti: il tessile li registra in crescita (+5,4%) mentre sono in perdita l’abbigliamento (-7,6%) e soprattutto calzature e pelletterie (-14,3%). In termini assoluti, la diminuzione occupazionale più elevata è quella del distretto calzaturiero fermano-maceratese dove si concentra una perdita di oltre 3.500 addetti, più di 10 volte superiore al calo registrato nella provincia di Ascoli – con 330 addetti in meno negli ultimi 4 anni.

Ciononostante, stando al rapporto TrendMarche dedicato alle micro e piccole imprese regionali, nel primo trimestre 2023 i ricavi del settore manifatturiero sono cresciuti del 3,7% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, che invece aveva fatto registrare un progressivo rallentamento. Merito indubbiamente della ripresa dell’export, con esportazioni generalmente più che raddoppiate nelle Marche (+101,9%), che peraltro registrano il miglior incremento a livello nazionale. L’export marchigiano registra migliori dinamiche di crescita tendenziale anche per settori chiave delle manifatture regionali, come appunto quelli delle attività del “sistema moda”: l’export del tessile, abbigliamento e calzature marchigiano cresce ad un ritmo quasi doppio di quello nazionale (+22,1% contro +11,4%) e questo vale, in particolare, anche per articoli in pelle e calzature (+20,8% per le Marche contro +12,1% per l’Italia). L’attività produttiva, inoltre, è aumentata del 5,2% rispetto al primo trimestre 2022, un risultato in linea con quello rilevato a livello nazionale (+4,6% per l’abbigliamento).

I biglietti per la sfilata di Grottammare sono disponibili gratuitamente sulla piattaforma EventBrite.
Per informazioni e prenotazioni per entrambe le serate è possibile contattare gli uffici CNA di Ascoli (0736/42176) e San Benedetto (0735/658948) o, in alternativa, via e-mail agli indirizzi ascoli@cnapicena.it e sanbenedetto@cnapicena.it

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS