Fano, il nuovo corso inizia con una sconfitta

SERIE D – Il Notaresco vince 4-2

Inizia con una sconfitta il nuovo corso in casa granata con l’Alma Fano che esce battuta al Mancini dal Notaresco per 4-2 in una gara che ha messo in evidenza chiare lacune difensive nella formazione fanese. Molti i problemi nella retroguardia a cui doveva far fronte mister Cornacchini alla viglia della gara che non potendo contare su capitan Urbinati, Tomassini e Riggioni decide di ridisegnare la linea difensiva a fianco di Mancini, impiegato a pieno regime al Torneo di Viareggio e tornato ad allenarsi con la squadra in settimana, con Dubaz centrale e Saponaro a presidiare il lato di sinistra.

Ritmi blandi al calcio d’avvio ma alla prima accelerazione al 6’ il Notaresco si rende subito pericoloso; Francofonte si inserisce bene sulla sinistra e serve all’indietro Scipioni che dal limite prova il sinistro che dopo una serie di carambole fa terminare il pallone in corner. Sul successivo tiro dalla bandierina gli abruzzesi trovano il vantaggio: Belloni può stacare in solitudine sul primo palo girando di testa la sfera alle spalle di un Guerrieri impietrito per lo 0-1. Il Fano accusa il colpo e ci mette un po’ a riorganizzarsi affacciandosi per la prima volta in avanti al 14’ Kalombo strappa un buon pallone a centrocampo, apertura a sinistra per Allegrucci, rasoterra sul primo palo che costringe Curtosi a distendersi per mandare in angolo. I granata prendono fiducia e iniziano a spingere con maggior convinzione, gli abruzzesi però riescono a contenere senza soffrire troppo e tornano ad affacciarsi in avanti intorno al 20’ con un tentativo velleitario di Di Bartolo dai venticinque metri che termina ampiamente sul fondo. Un minuto dopo è ancora Allegrucci a testare l’attenzione di Curtosi che blocca in due tempi. L’Alma prova ad alzare il ritmo, il Notaresco difende compatto lasciando pochi spazi, ma al 26’ i granata vanno vicinissimi al pareggio con una soluzione dai trenta metri di Gonzalez che da posizione centrale lascia partire un forte destro che supera Curtosi, ma si stampa sulla traversa. Scampato il pericolo il Notaresco prova a rialzare il baricentro, mentre alla mezz’ora Cornacchini richiama Saponaro per Malshi e ridisegna la squadra con la linea a quattro dietro e avanzando Gonzales più a ridosso delle due punte. La mossa però sortisce pochi effetti con i ragazzi di Bruno che controllano la pressione granata e la formazione di casa che torna a farsi vedere al 41’ Gonzales dalla propria metà campo pennella verso Padovani, la difesa abruzzese inaffanno allontana corto di testa, Zanni arriva in corsa e scarica il destro al volo, ma non inquadra la porta. La prima frazione non riserva altre emozioni e dopo l’intervallo le due formazioni tornano in campo con gli stessi uomini che avevano terminato i primi quarantacinque minuti. Il Fano prova a spingere, gli ospiti non ci stanno a farsi schiacciare e riescono a tenere lontani i granata dall’area di rigore tornando a rendersi minacciosi all’8’ bella combinazione in verticale tra Scipioni e Belloni che libera il compagno davanti a Guerrieri, la tempestiva uscita del portiere di casa evita il 2-0 che però arriva due minuti più tardi: Marrancone si incunea da destra e mette in mezzo un pallone basso e teso, Belloni non ci arriva, ma alle sue spalle sbuca Scipioni che stavolta non sbaglia firmando il raddoppio. Cornacchini cambia ancora e l’Alma non si arrende. Al 18’ Pensalfini recupera un pallone prima che si perda sul fondo e appoggia all’indietro per Gonzalez, ma il suo rasoterra è troppo centrale per impensierire Curtosi. Gli abruzzesi sembrano in grado di controlla re, ma a metà frazione il Fano trova il modo di riaprire la partita. Punizione da metà campo di Gonzalez che spiove in area, una carambola fa terminare il pallone sul braccio di Ferri e Decimo accorda la massima punizione per i granata. Dagli undici metri Gonzalez spiazza Curtosi e dimezza le distanze. Neanche il tempo di esultare però che i granata incassano la terza rete. Un’incomprensione tra Guerrieri e Mancini regala un corner ai rossoblu, poi la difesa granata si imbambola sulla parabola verso il centro dell’area dove nella mischia spunta Pulsoni che risolve infilando ancora la porta granata. Il Fano non si dà per vinto e a riaprire ancora la gara arriva al 32’ la magia di Gonzalez che su una punizione da metà campo vede Curtos fuori dai pali e lo infila dalla lunghissima distanza con una traiettoria che si infila sotto la traversa. Il Fano si lancia all’assalto, ma a dieci minuti dal termine si fa ancora infilare a causa di una distrazione difensiva quando sulla conclusione in diagonale di Carnevali Guerrieri è pronto alla ribattuta, ma la sfera finisce sui piedi del liberissimo Forcini che non ha difficoltà a insaccare nella porta sguarnita il 4-2.

A corto di energie la formazione granata tenta con l’orgoglio di riaprirla ancora e ha un ultimo sussulto cinque dal termine quando Giuli ci prova con un bel sinistro a giro dai venti metri, ma il pallone finisce a lato di poco. Stanca e appannata la squadra di cornacchini però sbatte contro l’organizzata formazione abruzzese che riesce ad evitare altri pericoli e alla fine porta a casa tre punti, mentre in casa granata ci sarà ancora da lavorare per rialzarsi dai bassi fondi della classifica soprattutto sulle situazioni da palla inattiva.

Alma Juventus Fano: Guerrieri, Allegrucci (75’ Antonioni), Saponaro (31’ Malshi); Ricci (55’ Giuli), Mancini, Dubaz (55’ Pensalfini); Kalombo, Zanni (65’ Serges), Padovani, Gonzalez, Coulibaly All. – Cornacchini

Notaresco: Curtosi, Pulsoni, Pietrantoni; Di Bartolo (65’ Forcini) , Casella, Ferri (80’ Formiconi); Marrancone (73’ Saccomanni), Francofonte, Belloni (75’ Carnevali), Bonfiglio (65’ D’Aloia), Scipioni All. – Bruno

Arbitro: Decimo di Napoli

Reti: 6’ Belloni 55’ Scipioni 68’ Gonzalez su rigore 71’ Pulsoni 77’ Gonzalez 80’ Forcini

Ammoniti: Kalombo, Gonzalez, Malshi, Giuli

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS