Falsificano i buoni spesa per l’emergenza Covid19: denunciate due donne

Le indagini dei Carabinieri di Montegranaro

I Carabinieri della Stazione di Montegranaro a conclusione di una denuncia presentata all’inizio del mese di maggio da parte del titolare di un supermercato del luogo, hanno accertato che due donne, italiane di circa 50 anni, hanno falsificato 23 buoni di solidarietà alimentare rilasciati dal Comune di Montegranaro per l’emergenza Covid-19, acquistando generi alimentari per un valore compressivo di circa 190 euro.

Non è stato facile identificare le due donne poiché i buoni alimentari riportavano matricole assegnate ad altre persone da parte del Comune. I Carabinieri, con un’accurata indagine certosina, visionando tutti i filmati del sistema di video sorveglianza, situato all’interno del supermercato, sono riusciti ad identificare le due donne, denunciandole alla Procura della Repubblica di Fermo per i reati di truffa, spendita e introduzione nello Stato, senza concerto di monete falsificate, parificazione delle carte di pubblico credito alla moneta (artt. 640, 455 e 458 codice penale).

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi