Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Fabriano Cerreto, Cusimano si gode la vittoria: “Che bello battere l’Anconitana, eravamo convinti”

/
img
Salvatore Cusimano in azione contro l'Anconitana

ECCELLENZA – Il centrocampista di Ancona in forza ai cartai: “Ho provato forti emozioni. Sono molto legato ai colori biancorossi, avevo diversi amici nel settore ospiti”

Dai Giovanissimi agli Allievi nazionali del Gubbio, per poi approdare ad Ancona dove con mister Finocchi ha giocato nella Beretti con ottimi risultati. Il riferimento non può che essere a Salvatore Cusimano, classe 1998 ora punto fermo del Fabriano Cerreto che domenica pomeriggio ha dato il primo dispiacere alla formazione di mister Ciampelli. Nell’episodio del calcio di rigore concesso ai cartai e poi trasformato da Simone Cavaliere, lo stesso Cusimano ha giocato un ruolo importante dando l’assist a Montagnoli poi steso da Micucci: “Ho visto il movimento giusto all’interno dei 16 metri e non ho fatto altro che cercare Montagnoli su cui è stato commesso il fallo da rigore. Vincere contro formazioni forti come l’Anconitana è sempre bello e ci ha dato un’importante iniezione di fiducia in vista della prossima partita di campionato che ci vedrà impegnati sul campo del Forsepronese”.

Che sensazioni ha provato ad affrontare l’Anconitana per lei che è di Collemarino? “L’emozione è stata forte. Sono legato a i colori biancorossi, ma ora devo pensare al Fabriano Cerreto che è la mia squadra. Durante le pause di gioco mi è capitato di guardare verso la tribuna nel settore riservato ai tifosi dell’Anconitana. In mezzo a tutte quelle bandiere e sciarpe c’erano i miei amici che a fine gara mi hanno fatto i complimenti per come il Fabriano Cerreto ha affrontato l’Anconitana”.

Alla vigilia di questa partita la sua squadra aveva un solo punto in classifica frutto del pareggio strappato a Montefano. A seguire le due sconfitte con Urbania e Atletico Gallo. Cosa è successo nella settimana che ha portato alla sfida contro la formazione di Ciampelli? “Praticamente nulla, ci siamo allenati con la stessa intensità come sempre. Vorrei solo far presente che le sconfitte maturate con Urbania e Atletico Gallo sono arrivate per una serie di episodi, compreso il calcio di rigore che ci hanno fischiato contro a Gallo di Petriano. Il fallo forse c’era, ma era stato commesso in modo evidente fuori area. Un episodio questo, che ci ha condannato ed è costata la squalifica a mister Fenucci a fine gara per proteste. Con l’Anconitana tutti noi eravamo convinti di poter fare risultato, siamo una buona squadra troveremo il modo di dimostrarlo sul campo”.

Lei, che questa partita, l’ha giocata che idea si è fatto della squadra allenata da mister Ciampelli? “Il potenziale di certo non manca, l’Anconitana resta la favorita per la vittoria del campionato. Deve solo trovare la giusta amalgama in un campionato difficile com’è l’Eccellenza”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!