Fabiani Matelica, possibile Eccellenza: occhio agli oltre 35 km di distanza con Ancona

Mauro Canil insieme a sua moglie

CALCIO – La matricola dei dorici potrebbe essere assorbita dalla compagine della truppa Canil

Tutto pronto per la conferenza stampa di questo pomeriggio che illustrerà il progetto a due tra Anconitana e Matelica, pronte a unire le forze per permettere a una piazza come Ancona di vedere fin da subito la serie C. Un procedimento che inevitabilmente lascerebbe uno slot vuoto nell’organico dell’Eccellenza, soprattutto dopo l’ufficialità nella giornata di ieri (leggi) da parte del Comitato Regionale con la massima serie regionale che sarà composta da 18 squadre. E allora, quale squadra sarebbe disposta fin da subito a sorbirsi un campionato d’Eccellenza? Nessuna big di Promozione è interpellata.

E’ noto l’amore che Canil nutre per Matelica, una realtà e una città che lo hanno reso quello che è al giorno d’oggi, sì grande imprenditore ma anche un ottimo presidente, e non può non essergli riconoscente lasciando quindi la squadra lontano dal calcio regionale che conta. E allora ecco che il Fabiani Matelica, sempre in mano alla famiglia Canil, sarebbe pronto a prendersi la matricola dell’Anconitana e quello slot che rimarrebbe vuoto in Eccellenza. L’unico problema è però la distanza. C’è un cavillo della Figc di non poco conto: ovvero che questa operazione sarebbe fattibile solo con un’altra realtà sportiva nell’arco di almeno 35 km. Ovviamente tra Ancona e Matelica, in linea d’aria, la distanza è maggiore (57 chilometri). L’operazione quindi, potrebbe andare a buon fine solo tramite una deroga della Figc. Non un’impresa impossibile, ma rimane pur sempre un ostacolo burocratico da superare e dall’esito non così scontato e quindi potrebbe non far filare tutto liscio i piani dei principali protagonisti al centro di questo connubio tra le due realtà sportive.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana