Eterno Cerbone, una carriera da rock’n’gol

Raffaele Cerbone

PROMOZIONE – L’attaccante della Palmense, 42 anni il prossimo novembre, da oltre venti stagioni sempre a segno

Altro giro, altra corsa, altro regalo. Sì, i calcoli sembrano essere proprio giusti. E contiamo anche quell’unica partita disputata lo scorso anno quando indossava la maglia del Potenza Picena e su rigore partecipò al 2-2 contro l’Atletico Centobuchi. Poi il Covid, ma il fiuto del gol e la freddezza dagli undici metri sono rimasti simili. Raffaele Cerbone, fregandosene della carta d’identità, da quando per la prima volta è approdato nelle Marche nel 2000/2001 alla Sangiustese, prossimo ai 42 anni (da compiere il prossimo 20 novembre) è ancora lì in mezzo al campo ed è ancora lì ben impresso in un tabellino finale alla voce “marcatori”.

Adesso Cerbone indossa la maglia della Palmense e il destino ha voluto che la prima partita la giocasse proprio contro la sua ex squadra, quella con la quale la scorsa stagione aveva disputato una sola partita. E’ trascorsa poco più di un’ora di gioco, il penalty è stato fischiato e dagli undici metri non può non presentarsi lui. Cerbone guarda quel Natali che di questi tempi lo scorso anno si allenava insieme. Rincorsa e pallone nel sacco per il momentaneo 1-0. Un gol che non solo permette poi alla Palmense di portare a casa i tre punti (2-1), ma ha un significato particolare per lo stesso giovanotto classe ’79. Le stagioni passano, il counter dell’età aumenta inesorabilmente, la tenuta fisica ne risente ma lui non ne vuol sapere e fa la cosa che gli riesce meglio: gol.

 

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia