Esce dal carcere e picchia il padre: i due anziani genitori costretti a dormire in auto

Le ripetute richieste di denaro, minacce, violenze e vessazioni psicologiche da parte del proprio figlio adottivo, trentenne di origini macedoni, hanno costretto una anziana coppia di coniugi folignati a fuggire letteralmente dalla propria abitazione, dormendo per varie notti in macchina.
E’ successo dopo che il giovane, afferrato un oggetto contundente, lo ha utilizzato come un pugnale ferendo al collo l’anziano padre.
Il giovane uomo, dimesso di recente dal carcere, dove si trovava sempre per reati di matrice violenta, aveva ottenuto il perdono dai propri genitori i quali lo avevano accolto nuovamente in casa.
Ben presto, anche a causa – spiega la polizia – dell’abuso di sostanze stupefacenti e di alcol, richieste di denaro sempre più frequenti, minacce di morte ripetute e violente percosse hanno spesso costretto la coppia a chiudersi a chiave all’interno della camera da letto durante la notte. Il punto di non ritorno, come detto, è stato il ferimento al collo del padre. (Ansa)

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS