Esanatoglia finalmente è Covid free

Nazzareno Bartocci

Il sindaco Bartocci: “La persona risultata positiva è guarita”

Buonissime notizie arrivano dal sindaco di Esanatoglia, Luigi Nazzareno Bartocci, il quale informa i propri cittadini sulla situazione Covid19 in paese.

“La situazione nel nostro Comune è migliorata – dice il primo cittadino – la persona risultata positiva è guarita e quindi siamo tornati a zero contagi da Covid-19 mentre sono due le persone in isolamento fiduciario in quanto rientrati dall’estero prima della riapertura delle frontiere del 3 giugno. La prossima settimana verranno riconsegnate mascherine del tipo chirurgico in tutte le Vostre case, entro fine settimana contiamo di raggiungere tutte le famiglie. Il nostro Comune si sta attivando con tutte le precauzioni e le procedure previste per la riapertura controllata delle aree gioco, per l’attivazione del centro estivo per i più piccoli e per la riapertura delle aree pic-nic, tutto questo, confidando nella clemenza del tempo per poter effettuare gli sfalci e con le dovute verifiche dei costi, visto il difficile momento finanziario e soprattutto gli aumenti consistenti che ci saranno per effetto delle norme e delle procedure di sicurezza da adottare.

Inoltre vorrei ricordare alcune regole ancora fondamentali: igiene delle mani ed utilizzo di guanti quando si toccano merci od altro nei negozi; evitare assembramenti ed affollamenti in ogni caso ed in ogni luogo anche all’aperto; mantenere la distanza interpersonale di sicurezza di almeno un metro (distanza minima), se state più distanti è sicuramente meglio; controllate ed accompagnate i minori nelle loro uscite e soprattutto quando si incontrano tra coetanei, uno sguardo attento può evitare comportamenti sbagliati e pericolosi per loro e per l’incolumità delle famiglie; protezione delle vie respiratorie coprendo naso e bocca, quindi uso delle mascherine, obbligatorio nei luoghi chiusi (Uffici, Negozi, locali con accesso al pubblico) ed anche nei Bar, Pizzerie e Ristoranti prima di mettersi seduti al tavolo assegnato e dopo essersi alzati ed obbligatorio all’aperto quando non si riesce a garantire la distanza interpersonale di sicurezza.

La mascherina è quindi obbligatoria nei casi sopra riportati per tutti, esclusi i bambini al di sotto dei 6 anni, queste sono le norme dettate dal DPCM e soprattutto le precauzioni da utilizzare se veramente vogliamo uscire da questa situazione. Confidiamo – conclude riferendosi ai cittadini – nel vostro impegno e senso di responsabilità, finora in larga parte dimostrato”.

#coronavirusmarche

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia