Eremo dei Frati Bianchi, perché si chiama così?

Il complesso è situato tra Cupramontana e Poggio Cupro

Un luogo avvolto da fascino e mistero è l’Eremo dei Frati Bianchi, situato tra Cupramontana e Poggio Cupro in provincia di Ancona. L’Eremo dei Frati Bianchi, conosciuto anche con il nome di Eremo delle Grotte del Massaccio, si trova incastonato tra la montagna e il bosco in un angolo di pace e tranquillità immerso nella vegetazione.

L’origine del nome deriva dal colore bianco del saio che indossavano i monaci Camaldolesi che ci abitavano. È anche chiamato Eremo delle Grotte per la presenza di suggestive grotte scavate nella parete rocciosa utilizzate dai monaci come celle per meditare e pregare in completo silenzio. Entrare nelle grotte scavate sulla roccia sinistra dell’edificio è un’occasione da provare. Un ambiente raro nella sua completezza per rivivere l’ambiente per decenni abitato dai monaci.

L’eremo è circondato da un bosco e da una fitta vegetazione che lo precede al centro del quale è istallata una fontana. L’origine della struttura viene fatta risalire ai primi anni dell’XI secolo. Le prime grotte furono scavate direttamente nella ripida parete di arenaria, alla fine del 1200.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS