Era ai domiciliari per furto ma spacciava cocaina: arrestato

Perquisita una palazzina con tre appartamenti

La Polizia di Stato, dopo un primo servizio di appostamento, nell’ambito di un’operazione antidroga, hanno circondato e perquisito una palazzina con tre appartamenti in via Che Guevara, dove si sospettava che avvenisse una intensa e sistematica attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

L’attività di Polizia giudiziaria ha consentito di arrestare un italiano di 54 anni, con numerosi precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio (furto, furto in appartamento, rapina e ricettazione) e contro la Pubblica Amministrazione (violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale) e negli ultimi tempi anche per reati in materia di stupefacenti, che già si trovava agli arresti domiciliari per furto in appartamento. Il 54enne è stato trovato in possesso di 15 grammi di cocaina. La droga è stata fiutata da “Imperator”, pastore tedesco nero dell’unità cinofila e è stata rinvenuta in un involucro di cellophane trasparente, nascosto all’interno di un vaso appoggiato su un tavolino nel balcone dell’abitazione. Gli agenti hanno ritrovato anche parecchio materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente. Inooltre, è stata rinvenuta la somma di circa 700 euro costituita in prevalenza da banconote di piccolo taglio (10 e 20 euro) ritenuta dagli investigatori provento dell’attività di spaccio.

Tali inequivocabili riscontri probatori hanno fatto scattare l’arresto a carico dell’uomo che è stato collocato agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, in attesa della convalida del provvedimento restrittivo prevista per oggi.

In un altro appartamento il proprietario (con parecchi precedenti specifici per droga) si è rifiutato di aprire alle forze dell’ordine ed ha verosimilmente gettato un quantitativo di droga nel water. È stato necessario forzare la serratura della porta di ingresso e una volta entrati gli agenti hanno infatti rinvenuto tracce di cocaina sul bordo del water.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS