Elica, 400 esuberi

La decisione dell’azienda di Fabriano

Quattrocento esuberi su 600 dipendenti e la chiusura di uno stabilimento a Cerreto d’Esi (Ancona). E’ la riorganizzazione di Elica spa, multinazionale di Fabriano, leader mondiale delle cappe aspiranti, quotata in Borsa nel segmento Star, comunicata oggi a Fim-Fiom-Uilm.

La riorganizzazione, in linea con il piano industriale 2021-2023, “prevede per l’area Cooking Italia la trasformazione del sito produttivo di Mergo nell’hub alto di gamma, il trasferimento delle linee produttive a maggiore standardizzazione nello stabilimento di Jelcz-Laskowice in Polonia e l’integrazione nel plant di Mergo dell’attività del sito di Cerreto”.

La riorganizzazione “terrà conto delle attuali normative sul blocco dei licenziamenti nel settore manifatturiero”. In una nota l’azienda parla di una “dolorosa scelta che servirà a salvaguardare la strategicità e la centralità dei siti di Fabriano e di Mergo e consentirà di mantenere il cuore e la testa del Gruppo nelle Marche”. Per stamattina è previsto un presidio davanti allo stabilimento di Cerreto d’Esi.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia