Elezioni San Benedetto, Rosetti in campo con la lista ‘Libera San Benedetto’

Il candidato Rolando Rosetti

Il candidato lascerà la carica di presidente del Circolo dei Sambenedettesi. “Ho scelto, rinuncio a candidarmi per il rinnovo dell’incarico”

di Franco Cameli

Rolando Rosetti si candida con la civica Libera San Benedetto. E’ attualmente presidente del Circolo dei Sambenedettesi, ma rinuncia al secondo mandato per entrare in politica. Infatti il prossimo 5 giugno si svolgeranno le elezioni per il rinnovo delle cariche del Circolo dei Sambenedettesi: il suo nome non figurerà in lista. “Rinuncio a presentarmi – afferma Rosetti – per motivi di salvaguardia: ci sarà un nuovo presidente o presidentessa alla guida dell’organismo”.

 

La discesa in campo in politica è stata presentata nel corso di una conferenza stampa in streaming dal candidato sindaco di Libera, Antonio Spazzafumo, da Rosetti e dai candidati di Libera Stefano Gaetani e Bruno Gabrielli.
“L’ingresso di Rosetti – dice Spazzafumo – ha un valore importantissimo, in quanto si tratta di un imprenditore impegnato nelle associazioni cittadine. Il nostro raggruppamento sta crescendo con nuovi arrivi di persone di idee politiche più disparate”.

Libera è un punto d’arrivo del mio percorso di vita”, spiega Rosetti. E aggiunge: “La mia esperienza è stata sempre al servizio di associazioni, per ultimo il Circolo dei Sambenedettesi. Alcune associazioni sportive e culturali si sono guardate intorno e cominciato a cercare referenti politici nell’amministrazione comunale perché ci sono organismi in crescita come il Circolo dei Sambenedettesi, il Circolo Tennis Maggioni, il Circolo Nautico, l’Utes ed altre che non hanno avuto l’importanza che meritano”.

 

Rosetti ha detto no alla proposta di candidarsi nella Lega. “Non ci siamo trovati perché la politica è una cosa strana. E poi non mi va giù che un candidato sindaco debba essere scelto dal Lazio, dalla Toscana o dall’Umbria ecc. Quando ho incontrato Antonio Spazzafumo mi sono sentito più a mio agio”.

Nella civica di Spazzafumo figurano candidati di destra, sinistra e centro. “Non è la prima volta che condivido le mie idee di centrodestra – dice ancora Rosetti – con persone che vengono da sinistra. Nella vita associativa, ci si confronta e si trova una linea condivisa con tutti. Ora si fa fatica a pensare che ci possano essere destra o sinistra canoniche, basta guadare il governo attuale da quanti colori è costituito”. Conclude: “Per fare un esempio sulla mia apertura mentale: con l’ex assessore Dem, ora Italia Viva, Fabio Urbinati ho sempre condiviso i progetti, seppure non l’abbia votato. Ho stima e rispetto per le persone”.

NOTIZIE DALLA PROVINCIA