Elezioni Macerata, il PD replica all’attacco di Parcaroli

Lunga nota del segretario Di Pietro e del candidato sindaco Ricotta

Giorni caldi in quel di Macerata, non solo per le temperature elevate, ma anche per un clima politico che diventa man mano rovente con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative. Dopo l’intervento del candidato sindaco di centrodestra Parcaroli (leggi l’articolo), la replica del PD con il segretario Stefano Di Pietro e il candidato sindaco Narciso Ricotta non si è lasciata attendere:

“Siamo rimasti sorpresi nel leggere il comunicato stampa del candidato di centrodestra Parcaroli. E’ stato davvero rapido a studiare le problematiche cittadine, se nel giro di pochi giorni è riuscito a concepire un attacco così dettagliato nei riguardi del candidato di centrosinistra Narciso Ricotta.
Dobbiamo dunque concludere che avremo il Sig. Parcaroli finalmente presente ai prossimi confronti tra candidati sindaci. Avrà così modo di chiarirsi i dubbi direttamente con Narciso Ricotta, scoprendo che le cose non stanno affatto come lui ritiene: infatti, in quanto segretario del Partito Democratico per il quale Ricotta a febbraio ha vinto le Primarie, mi sento in dovere di restituire la contestazione al mittente.

I manifesti che sono affissi in città in questi giorni raccontano uno dei progetti del candidato: una riqualificazione urbana grazie all’utilizzo del super bonus al 110%, con la previsione di uno zero consumo del territorio e l’obiettivo dell’adeguamento sismico e energetico.

Parcaroli parla di pubblicità ingannevole, ma non si capisce il perché, dal momento che Ricotta non si prende di certo il merito del bonus (è noto che è stato approvato per decreto dall’attuale governo coi voti contrari della Lega…); e proprio per seguire la linea del nostro partito al governo, istituiremo un apposito ufficio per aiutare i cittadini nel ricevere informazioni a riguardo e velocizzare le pratiche per il rinnovo degli edifici in città.

Lieti, dunque, se vedremo apparire il Sig. Parcaroli – finalmente edotto – ai confronti tra candidati sindaci. Se invece non verrà, dovremo concludere che i comunicati stampa sono forse redatti dal suo entourage. Ancorché imprecisi – come sopra spiegato – essi non sono il massimo della correttezza, non permettendo possibilità di replica e soprattutto sollevando il fondato dubbio su chi ne sia il reale estensore”.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia