Elezioni Comunali Jesi: i cinque candidati in corsa per la fascia tricolore

di Marica Massaccesi

Sono cinque i candidati sindaci e tredici le liste che si contendono la guida del Comune di Jesi. In corsa ci sono Marco Cercaci, Paola Cocola, Lorenzo Fiordelmondo, Antonio Grassetti e Matteo Marasca.

Marco Cercaci

Marco Cercaci è il candidato sindaco per “Italiaxit” e “Il Popolo della Famiglia”. Negli anni Duemila è stato assessore alla cultura con il sindaco Marco Polita. Sul programma la valorizzazione del centro storico, la cultura, il turismo e il commercio. Paola Carmela Francesca Cocola, insegnante 59enne, si candida per la città di Jesi sostenuta dalla lista civica “Lavoro e Libertà”. La corsa per la carica di primo cittadino è la sua seconda esperienza nel campo della politica perché aveva partecipato alle amministrative del 2012, quella volta a sostegno della lista Italia dei Valori.

 

Paola Carmela Francesca Cocola

Lorenzo Fiordelmondo, avvocato 46enne, è candidato sindaco per “Jesi Città Futura”. È appoggiato dalla coalizione di centrosinistra con cinque liste: Partito Democratico, Jesi in Comune, Movimento Repubblicano Europeo, “Con senso civico” e “Jesi Respira” che ingloba il Movimento 5 Stelle e Europa Verde.

Lorenzo Fiordelmondo

“Vorrei una Jesi città futura, che sia capace di recuperare l’idea di relazione tra i suoi cittadini e gli spazi che la compongono, la loro partecipazione nell’amministrazione della città – scrive – la nostra Città Futura dovrà inoltre ambire ad essere sempre più accogliente, solidale, sostenibile innovativa, inclusiva”.

Antonio Grassetti, avvocato 65enne, si candida a sindaco di Jesi per il partito Fratelli d’Italia. La sua idea per Jesi punta su tre principi fondamentali: “Coerenza, Tradizione, Futuro”. Il suo programma si allinea a quello che già sta guidando la Regione concentrato in primis sullo sviluppo demografico ed economico del territorio jesino.

Antonio Grassetti
Matteo Marasca

In corsa anche Matteo Marasca, avvocato 37enne, è appoggiato da quattro liste civiche: JesiAmo, Patto x Jesi, Riformisti per Jesi e Orizzonte Jesi. Precedentemente Presidente dell’ASP Ambito 9, la sua attenzione è rivolta ai più fragili e agli anziani, alla viabilità, all’innovazione e ad una mobilità più sostenibile. Raccoglie l’eredità del sindaco uscente Massimo Bacci.

Sono 32.457, vale a dire 129 in meno rispetto alle amministrative di 5 anni fa, gli elettori di Jesi chiamati domenica 12 giugno alle urne per l’elezione del nuovo Sindaco ed il rinnovo del Consiglio comunale. Sono le donne in maggioranza, pari a 16.870 unità, rispetto a 15.187 uomini.

Giada Berdini
Author: Giada Berdini

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS