Elezioni Civitanova, La Nuova Città: “Non abbiamo proposto Perugini come Sindaco”

L’intervento della lista civica

di Aldo Caporaletti

Dopo qualche giorno di riflessione, anche la lista civica civitanovese “la Nuova Città”, che avevamo scritto sul nostro giornale aveva proposto, non come proprio candidato sindaco ma alla coalizione di centrosinistra, l’avv. Mario Perugini – che aveva subito chiarito di essersi dichiarato indisponibile – si esprime, attraverso il consigliere comunale Marco Poeta, ideatore del progetto che si è dimostrato un vero fallimento: “Su questo la lista civica ci tiene particolarmente, anche per il rispetto e la stima che merita il noto professionista, nessuno dei nostri aderenti ha mai dichiarato pubblicamente che l’avvocato Perugini fosse il candidato per la carica di Sindaco per La Nuova Città, per l’evidente ed ovvia ragione che lo stesso aveva, senza riserva alcuna, dichiarato da tempo il proprio disinteresse a qualsivoglia coinvolgimento politico”. La ragione di cui scrive il consigliere Poeta non è stata poi tanto “evidente ed ovvia”, perchè “la Nuova Città”, credendo di aver individuato il candidato vincente per la corsa a sindaco del centrosinistra, non ha mollato facilmente la presa.

I contatti con l’avv. Perugini hanno coinvolto, oltre all’ideatore, altri esponenti della civica come Rachiglia e il fondatore Gismondi, per diretta ammissione dell’interessato. Che “la Nuova Città” abbia dichiarato pubblicamente che l’avv. Perugini fosse il proprio candidato sindaco non l’ha scritto nessuno; ciò che Poeta non chiarisce, però, è chi ha posto il nome di Mario Perugini all’attenzione di altre forze del centrosinistra (con una di esse doveva essere discusso). Se escludiamo il professionista, che era contrario, non resta che “la Nuova Città”.