Elezioni a San Benedetto, Marini (PD): la novità di Francesca Pulcini merita un approfondimento

Francesca Pulcini

Dal segretario del circolo Dem Nord di San Benedetto, riceviamo e pubblichiamo

“Il tempo stringe, ma non è mai troppo tardi per fare la cosa giusta. Manca meno di un mese alla presentazione delle liste, ma bisogna ammettere che la novità rappresentata dal nome di Francesca Pulcini merita un approfondimento da parte di tutte le forze del centrosinistra.

Nessuno dei candidati interpellati ha negato la statura della figura di Francesca Pulcini: le sue qualità sono palesi. Giovane donna, con esperienza politica e un ruolo dirigenziale (la presidenza regionale di Legambiente) che ne attesta lo spessore. San Benedetto, come ribadito spesso e volentieri negli ultimi mesi, ha una questione del tutto irrisolta sul fronte urbanistico e i temi ambientali devono essere al primo posto dell’agenda di qualsiasi aspirante sindaco.

In questo senso Francesca Pulcini è una figura di garanzia per tutto il centrosinistra e per tutto l’elettorato progresssta.
Tutti, spero non solo a parole, predicano l’unità del centrosinistra e l’individuazione di una figura di sintesi tra le varie anime: non ha senso chiedere ritiri ufficiali per aprire la trattativa, e non ha senso continuare a rinviare una decisione unitaria, se davvero la si vuole praticare.

Nessuna volontà di rottamazione, ma la creazione di una squadra vincente con una capitana. C’è una parte non irrilevante del Partito Democratico sambenedettese che in questi mesi si è riconosciuta nei miei continui appelli all’unità e che sostiene anche questo grido d’allarme. Saranno gli altri, poi, a doversi assumere la responsabilità politica e storica di condannare il Pd all’inconsistenza – o, peggio ancora, alla spaccatura –, regalando per la seconda volta consecutiva la città alle destre”.

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana