Elezioni a San Benedetto, Giobbi (Pd): appello ai 5 Stelle e no alle primarie

Roberto Giobbi, segretario del circolo Pd San Benedetto Centro

Il segretario del circolo: “Chiedo un passo indietro ai candidati. Invito il Centro Civico Popolare a tornare nel centrosinistra”

di Franco Cameli

No alle primarie di coalizione. Appello al Centro Civico Popolare di tornare nel centrosinistra. Speranza di un accordo con il Movimento 5 Stelle. Parla Roberto Giobbi, segretario del circolo del Pd San Benedetto Centro.

Il prossimo autunno a San Benedetto si vota per il rinnovo del Consiglio comunale. Il centrosinistra è diviso su due candidati sindaco: Paolo Canducci, proposto da Verdi-RinasciMarche, e Aurora Bottiglieri, candidata di Pd, Articolo Uno e civica Nos.

“Il Pd – dice Giobbi – ha fatto un passo indietro sul candidato sindaco, lo facciano anche gli altri se hanno a cuore il bene della città. Per mandare a casa le destra del sindaco Piunti bisogna andare uniti. Mi spiego: Il Pd aveva proposto il segretario di Porto d’Ascoli Claudio Benigni, ma poi ha ritirato la sua candidatura perché non c’era convergenza sul suo nome. Quindi d’intesa con Articolo Uno e Nos è stata proposta una candidata del mondo civile: la pediatra Aurora Bottiglieri. Noi abbiamo ceduto in nome dell’unità della coalizione del centrosinistra. Spero che lo faccia anche Canducci”.

Le primarie. “L’esecutivo Dem e l’Unione comunale hanno discusso sull’opportunità di andare alle primarie di coalizione, ma entrambi gli organismi si sono espressi per il no. Ora non si può modificare la volontà degli organi direttivi perché qualcuno vuole le primarie. Vorrei ricordare a chi sbandiera le primarie di quello che accadde alle infuocate primarie del 2016 e di come finirono le elezioni: Paolo Perazzoli era dato per vincitore ma poi fu sconfitto dalla Destra di Piunti. Le primarie sono divisive, perciò non si stanno facendo più”.

Appello al Centro Civico Popolare. “Domenico Pellei ed Eldo Fanini del Centro Civico hanno fatto gli incontri al tavolo del centrosinistra. Sono però passati con la civica Libera San Benedetto di Antonio Spazzafumo quando hanno visto che non c’era il candidato. Adesso abbiamo la Bottiglieri. Spero che tornino nel centrosinistra: in politica mai dire mai”.

Il Movimento 5 Stelle. “Il M5S ha lanciato da tempo il candidato Serafino Angelini: mi rivolgo ai 5S affinché si possa trovare un punto di contatto. Il Pd non è certamente l’ultimo dei partiti. Eppure ha fatto un passo di lato, candidando una figura della società civile e senza tessera, per allentare le tensioni e aggregare altre forze civiche e politiche. Mi auguro che anche loro prendano in esame questa possibilità e si uniscano al centrosinistra. Ma prima – conclude Roberto Giobbi – si dovrà discutere il programma elettorale”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana