Eccellenza, giornata decisiva? Le ultime dai campi

Mister Ruani della Rata

Montecchio Gallo-Civitanovese un piatto prelibato, crocevia anche in coda

La venticinquesima giornata di Eccellenza, in programma domenica alle ore 15, sarà caratterizzata da sfide che potrebbero rivelarsi decisive per i giochi di testa e di coda. La partitissima si disputerà allo Spadoni di Vallefoglia, dove andrà in onda K Sport Montecchio Gallo-Civitanovese. Solo vincendo i pesaresi, scivolati a -9 dalla capolista, potrebbero riaccendere speranze di primato. L’exploit avvicinerebbe invece al traguardo della Serie D la capolista, in serie positiva da cinque settimane. Potrà scegliere tra molteplici soluzioni Lilli, mentre Alfonsi dovrà rinunciare a Testa, Visciano, Paolucci e Becker.

Dopo il pareggio di mercoledì contro l’Osimana non potrà concedersi altre soste l’inseguitrice Montefano che riceverà il Monturano, terzultimo ma rilanciato dal successo sulla Jesina. Il tecnico dei viola Mariani ritroverà Sindic a centrocampo, ma perderà Orlietti in difesa. Un’assenza nel reparto arretrato anche per Cuccù, privo di Finucci. 

I punti peseranno per diversi obiettivi in Jesina-Chiesanuova che opporrà compagini alle prese con momenti differenti. Per non inabissarsi nei playout saranno obbligati a interrompere la serie nera i leoncelli che hanno totalizzato un solo punto nelle ultime sette partite. Cercheranno una nuova impresa i maceratesi che conservano ricordi indelebili del Carotti, dove centrarono nel 2022 la storica promozione in Eccellenza battendo i Portuali Ancona nello spareggio di Promozione. Senza Ciavarella e Garofoli, i dubbi di Strappini riguarderanno l’utilizzo di Zandri e Cordella. Sull’altra sponda Mobili dovrà verificare le condizioni di Defendi e Mongiello.

Promette emozioni il derby Castelfidardo-Osimana che verrà trasmesso in diretta da TVRS, canale 13 del digitale terrestre. Cercheranno d’irrompere sul podio i biancoverdi, proiettati in orbita da due affermazioni consecutivi. Si giocheranno una delle ultime chance per sperare nei playoff i giallorossi, a digiuno da tre partite. Il mister fidardense Giuliodori medita se riproporre dal primo minuto Braconi in attacco. Per centrare il blitz il tecnico dei senzatesta Aliberti punterà sui guizzi dell’illustre ex Alessandroni, protagonista all’andata della rovesciata divenuta virale che regalò il pareggio.

L’altro campanile sentito sarà Sangiustese-Maceratese, crocevia determinante per gli scopi di entrambe le formazioni. Inseguiranno la terza affermazione casalinga di fila i rossoblù, costretti a riscattare il passo falso di Civitanova per riprendere la corsa salvezza. Avvertono la necessità di accelerare anche in trasferta i biancorossi, intenzionati a insistere nell’ardua rincorsa ai playoff. Dovrà ridisegnare la retroguardia Giandomenico, orfano di Omiccioli e Vieira. Ruani riflette se sostituire lo squalificato Sensi rilanciando Nicolosi o Vittorini.

Per consolidare la posizione nei playoff al Montegranaro occorrerà una dimostrazione di forza contro l’Urbania in continua altalena e all’eterna ricerca di una dimensione precisa. L’assenza di Kukic priverà il timoniere gialloblù Marinelli di una pedina di spessore in difesa. Tra i durantini l’argentino Nunez e Marengo scalpitano per riconquistare maglie da titolare.

Uno degli ultimi treni playoff per il Tolentino passerà contro l’Urbino che vanta sei punti in più. Avranno un solo risultato a disposizione i cremisi di Possanzini che si affiderà all’esperienza di Frulla e Borrelli per riscrivere il corso di un girone di ritorno al di sotto delle aspettative. Tornerà da avversario al Della Vittoria l’ex Ceccarini, protagonista di un indimenticato terzo posto in Serie D sulla panchina dei cremisi nel lontano 1998/99.

Assomiglierà a uno spareggio retrocessione anticipato Montegiorgio-Atletico Azzurra Colli che vedrà sfidarsi le ultime della classe. La squalifica di Albanesi amplificherà gli assilli di Vagnoni, chiamato a studiare soluzioni alternative in attacco. L’exploit consentirebbe di abbandonare per la prima volta l’ultima posizione ai piceni, senza Fazzini a centrocampo.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS