Eccellenza da strapazzo tra infrasettimanali e pericoli

CALCIO – Nelle Marche tante insidie, per raggiungere la Serie D si rischiano anche 50 partite ufficiali

Quantità e qualità in mezzo al campo, un pizzico di fortuna che non guasta mai ma anche un ambiente sereno. Sono questi gli ingredienti richiesti per poter vincere il campionato di Eccellenza che mai come quest’anno almeno nelle Marche si presenta ricco di insidie. La Serie D può arrivare vincendo il campionato di Eccellenza, vincendo la Coppa Italia nazionale o in alternativa, come terza strada, i playoff sempre nazionali.

 

Comunque sia un percorso lungo e tortuoso anche per il fatto che coppa e campionato viaggiano di pari passo. Conti alla mano il rischio è quello di giocare una cinquantina di partite ufficiali ecco perché occorre una rosa di quantità e qualità per chi davvero ambisce al salto di categoria. Una stagione che prenderà il via domenica 20 settembre con la prima giornata della Coppa Italia regionale. Per arrivare in finale ci sono altre 6 partite, poi la vincente del trofeo potrà accedere alla fase nazionale che di solito inizia nel mese di febbraio. Una seconda fase dove per arrivare in finale ci sono altri 3 turni con gare di andate e ritorno.

 

Per trovare posto a queste gare di Coppa Italia fase regionale e nazionale si dovranno cercare dei turni infrasettimanali e quest’anno le partite in mezzo alla settimana di certo non mancheranno. Il rischio è quello di giocare la domenica e il mercoledì. Campionato che prenderà il via domenica 27 settembre. Conti alla mano con tanto di calendario di certo non c’è da stare allegri. Da domenica 27 settembre fino a domenica 30 maggio da calendario, compreso il 27 di dicembre e il 4 di aprile giorno di Pasqua, ci sono 36 domeniche dove dovranno trovare posto le 34 giornate di campionato, la Coppa Italia regionale e la fase nazionale.

 

Ma i problemi non finiscono qui per il fatto che entro l’11 giugno tutto dovrà essere definito in vista dell’inizio degli Europei. Da qui si deduce che parte delle domeniche del mese di maggio (ce ne sono 5) potrebbero essere impiegate per i playoff promozione e finale regionale con la vincente che verrà ammessa alla fase nazionale dove ci sono altre 4 partite per poter arrivare in serie D.