È un Ascoli meraviglioso: altro bottino in trasferta

Cocllocolo (Foto Ascoli Calcio)

SERIE B – Tris del Picchio a Cosenza, seconda vittoria consecutiva nel 2022

Seconda vittoria consecutiva per l’Ascoli Calcio che al “Sn Vito-Marulla” batte 3-1 il Cosenza con le reti di Collocolo, Caligara e Iiev, inframezzati dalla sfortunata autorete di Tsadjout.

Torna in campo a distanza di circa un mese il Cosenza, dopo il focolaio e dopo il lungo stop. L’Ascoli, che fino ad oggi ha sempre ben figurato contro le squadre della metà destra della classifica, è reduce invece da un successo per 2-4 a Terni. Mister Sottil sceglie la strada del 4-3-1-2 con Falasco che esordisce in maglia bianconera, Saric che si muove da trequartista con la coppia Bidaoui-Tsadjout davanti. Solo panchina per Iliev. Occhiuzzi risponde a specchio, con Boultam alle spalle di Pandolfi e Millico.

Dopo neanche tre minuti già intenso il Picchio: grande iniziativa di Bidaoui che che in dribbling si accentra, entra in area e calcia, ma viene rimpallato, ci prova anche Tsadjout, palla che finisce in corner. Un Ascoli che cambia la storia della partita dopo sette minuti. Tsadjout imbuca in area per Saric, scarico a Bidaoui, poi ancora passaggio per Collocolo tutto solo sul centrodestra dell’area e appoggio in rete. Difesa del Cosenza immobile, tutto facile per i bianconeri che si portano in vantaggio. Al quarto d’ora i lupi provano a spaventare Leali. E lo fanno prima con Carraro che opta per un tiro-cross insidioso ma la sfera non è nello specchio. Poi Boultam un minuto più tardi, con un destro violento dal limite dell’area che finisce fuori.

Gara che diminuisce con i ritmi, squadra di Sottil comunque in controllo mentre i padroni di casa non riescono ad essere pericolosi. Paura invece dietro la schiena di Matoševič alla mezzora. Altra iniziativa personale di Bidaoui che porta palla, arriva fino all’area e calcia di destro, con il tiro violentissimo che sbatte sul palo. C’è solo l’Ascoli quando si tratta di attaccare, la costruzione del Cosenza è spesso lunga ma infruttuosa. La squadra di Occhiuzzi prova ad alzare la pressione ma, quando arriva nei pressi dell’area di rigore, fatica a trovare la giocata giusta. Il primo tempo finisce dunque con il vantaggio del Picchio grazie al secondo gol in campionato di Collocolo.

 

Nella ripresa Occhiuzzi preleva Valocchia per Situm, ma è l’Ascoli che ha ancora l’occasione per raddoppiare. Super contropiede di Saric che scarica a Bidaoui, solita genialata entrando da sinistra e palla a rimorchio per lo stesso Saric che però spara alto con il piattone. Partita molto spezzettata nella ripresache regala tuttavia parecchie emozioni. Al 53′ sbracciata di Bittante su Eramo e arriva il secondo giallo. Cosenza in dieci e sotto di un gol. Sembra una gara che potrebbe incanalarsi su binari bianconeri ma tre minuti più tardi arriva la beffa. Punizione cosentina battuta da Vallocchia, Tsadjout stacca di testa per chiudere ma di fatto prolunga la traiettoria mandando la sfera direttamente nel sette dove Leali non può arrivare. Sfortunatissimo autogol e gara apertissima. L’Ascoli ora si riversa in avanti, forte anche dell’uomo in più, per ritrovare il vantaggio, padroni di casa che chiaramente ora non hanno più fretta di giocare il pallone. Sottil inserisce anche Iliev m è sempre Bidaoui la spina nel fianco. Al 69′ ancora un dribbling in area e Tiritiello stende l’attaccante bianconero. Per l’arbitro è rigore e dagli undici metri, come sette giorni fa a Terni, Caligara insacca con il brivido.

Il Cosenza prova anche a rimettersi in avanti, mentre il Picchio rimane padrone della partita fino al novantesimo. Poca linfa per la squadra di Occhiuzzi. All’ottantasettesimo, invece, i bianconeri calano il tris. Ancora – neanche a dirlo – Bidaoui che semina il panico, cross basso ribattuto e sul pallone vacante arriva Iliev che si iscrive al club di chi al “Marulla” sigla il personale secondo gol in campionato, depositando in rete con un tiro fortissimo. Seconda vittoria consecutiva per la banda ascolana che al momento riconquista un posizionamento playoff.

COSENZA – ASCOLI 1-3

COSENZA (4-3-1-2): Matosevic; Bittante, Rigione, Hristov, Liotti; Carraro (27’ st Florenzi), Palmiero, Situm (1’ st Vallocchia); Boultam (27’ st Caso); Millico, Pandolfi (8’ st Tiritiello). A disp. Sarri, Corsi, Venturi, Pirrello, Gerbo, Cimino, Arioli. All. Occhiuzzi

ASCOLI (4-3-1-2): Leali; Baschirotto, Bellusci, Quaranta, Falasco (47’ st D’Orazio); Collocolo, Caligara, Eramo (22’ st Iliev); Saric (39’ st Buchel); Tsadjout (39’ st De Paoli), Bidaoui (47’ st Palazzino). A disp.: Guarna, Raffaelli, Salvi, Tavcar, Avlonitis, Franzolini. All. Sottil

ARBITRO: Meraviglia di Pistoia

RETI: 6’ pt Collocolo (A), 10’ st aut. Tsadjout (A), 26’ rig. Caligara (A), 41’ st Iliev (A)

NOTE: Ammoniti Eramo (A), Tsadjout (A), Millico (C), Falasco (A). Espulso al 7’ st Bittante (C) per somma di ammonizioni. Rec. 1’ pt, 4’ st.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana