Durissimo colpo allo spaccio fra Matelica e Camerino: tre arresti e una denuncia

Operazione “Diadema” dei carabinieri della Compagnia di Camerino

Si è conclusa questa mattina un’importante attività di indagine denominata “Diadema”, condotta dalla Compagnia carabinieri di Camerino e finalizzata al contrasto dell’illecita attività di spaccio di sostanze stupefacenti posta in essere da diversi soggetti nell’entroterra maceratese.

Le indagini si sono chiuse con l’esecuzione di 3 ordinanze cautelari (arresti domiciliari) emesse dal Gip del tribunale di Macerata e una denuncia a piede libero con la contestuale esecuzione di 4 perquisizioni personali e domiciliari a carico degli indagati.

Grazie alla raccolta ed all’analisi sistematica degli indicatori di rischio generati dal fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti, sin dal mese di marzo dello scorso anno, era partita una efficace attività informativa a seguito della quale era possibile identificare in Ciro Pianese (150 cessioni per un valore di 20.000 euro), Libero Campana (quasi 300 cessioni per un valore di 31.000 euro) e Alessandro Campoli (120 cessioni per un valore di 14.000 euro), i principali attori di questo fenomeno criminoso sulle piazze di Matelica e Camerino.

Alle prime attività di indagine di carattere “tradizionale”, sono seguite a partire dal mese di luglio, ulteriori iniziative investigative, anche di tipo tecnico (analisi del traffico dati telefonico e delle celle), che consentivano di rafforzare il quadro indiziario sul conto degli indagati.

L’analisi investigativa così svolta ha permesso di confermare non solo le iniziali ipotesi investigative, ma ha fornito plurimi ed ulteriori elementi di reità a carico di altri soggetti coinvolti, a diverso titolo, nelle attività illecite investigate.

Le indagini, in sintesi, hanno permesso di accertare la capacità da parte degli indagati di utilizzare rodati canali di approvvigionamento di narcotico che veniva poi distribuito alla clientela locale e di gestire un volume d’affari pari a 70.000 euro nell’arco di un anno e mezzo.

A seguito delle conclusive operazioni condotte stamattina, uno dei soggetti arrestati veniva trovato in possesso di grammi 61 circa di sostanza stupefacente del tipo marijuana e materiale utile al confezionamento della stessa.

Nel corso delle operazioni veniva inoltre denunciato S.M. per aver avuto un ruolo marginale nell’attività di spaccio.

Diversi i soggetti residenti nell’entroterra maceratese che verranno poi segnalati alla competente autorità amministrativa quali assuntori di sostanze stupefacenti per i provvedimenti del caso.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS