Down collettivo e infilate micidiali: “Giando” nervoso, qual è il vero Spedalieri?

PAGELLE FERMANA – Canarini stanchi negli uomini chiave, le sorprese stagionali crollano con la Recanatese. Un gol in quattro partite

Borghetto 7.5: il polso non gli si frantuma quando respinge Giampaolo, poi soffia sulla piazzata di Carpani: intervento miracoloso ad un passo dall’intervallo. L’altro prodigio è sulla testata a tu per tu di Morrone, per dare ancora minuti di speranza.

Spedalieri 5: stecca la gara di fronte a Giovanni Pagliari, fratello del suo procuratore Silvio. Relazione negativa. Qual è il vero Spedalieri? In versione pre-season, quando palesava evidenti difficoltà nelle letture della difesa a tre. Esce “a matto” e lo disintegrano. Crollo dopo due super prestazioni. E se sull’esterno non lo aiutano va in apnea.

Padella 5.5: indietreggia, indietreggia, indietreggia e Giampaolo va in rete. Quando le distanze e gli spazi aumentano, son dolori, vedi l’ammonizione presa.

Calderoni 6: dei tre difensori pare quello che sta meglio, ma anche lui paga qualcosa nell’azione del gol. Perde la spizzata poi si muove male.

Laverone 5: peggio rispetto alle ultime uscite, ma era preventivabile. Meno disinvolto, tanti errori e qualche impaccio sull’esterno. Forse s’aspettava di riposare?
Eleuteri (1’st) 6: abbassa la testa, butta il pallone avanti e crossa. A volte male, ma comunque dà energia. Forse s’aspettava di giocare?

Fontana 5: stavolta la fontana non zampilla. Tante scelte errate in mezzo al campo, tanti palloni persi, qualcuno anche in zone bruttissime. Era stata la sorpresa delle ultime due partite.
Pinzi (40’st) sv

Giandonato 6: la versione nervosa del capitano, focoso con tutti, arbitro, qualche compagno – Montini -, qualche componente della panchina avversaria. Battibecco con il vice di Pagliari Pesaresi. E se Giando ha fatto la Serie A, Pesaresi ha giocato in…Champions League. Ma nonostante tutte le forza perse inutilmente, è sempre il piede di Manuel a innescare le azioni promettenti: intuizione per Montini (fuori di poco), tocco profondo per Pistolesi che la crossa per Montini (alto), cross per Grassi strattonato al 90′ (rigorino?).

Pistolesi 6.5: al Barbetti era uscito per una botta alla caviglia, dopo nemmeno tre giorni completi è costretto a rigiocare titolare per mancanza d’alternative credibili in fascia e nel reparto under. Forse la miglior prestazione delle quattro consecutive in Serie C.
Santi (34’st) sv

Misuraca 6: già nel primo tempo scuote la testa, aveva già capito tutto. Prende botte, non lo supportano.

Montini 5.5: subisce i rimbrotti di Giandonato – assieme avevano vinto il campionato a Livorno -, perde alcuni possessi – e la Recanatese rischia il gol… -, colpisce tre volte nella ripresa. Di sinistro, di destro, di testa. Senza graffiare.

Curatolo 5.5: ancora titolare nonostante sia un 2004. Contraccolpo fisico e mentale non superato, anche se nel primo tempo è l’unico che ci prova realmente. A fine frazione, con quel colpo a giro, doveva però prendere la porta…
Grassi (34’st) 6: super dosato dopo l’ottima prova col Pontedera. S’infila sul secondo, subisce uno strattone ma non accentua. Pregio o difetto? Manca l’esperienza se sei un baby.

Bruniera (all) 5: si consegna alla Recanatese schierando una formazione che non aveva recuperato le energie. Un gol in quattro gare, anche se tira in porta più dell’era…Destro, dove però gli altri non si accostavano mai.

CRONACA FERMANA-RECANATESE
PAGELLE RECANATESE

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS