Doping, condannato l’ex medico di Filippo Magnini

Dovrà scontare un anno e sei mesi di reclusione, senza sospensione della pena

Ricettazione di sostanze dopanti e importazione di sostanze proibite. Accuse per cui il Tribunale di Pesaro ha condannato Guido Porcellini, 50 anni, ex medico del campione di nuoto Filippo Magnini. Il giudice ha inflitto al nutrizionista, già squalificato a vita dalla giustizia sportiva, un anno e sei mesi di reclusione, senza sospensione della pena; mentre al coimputato Antonio Maria De Grandis 56 anni, è stata irrogata la pena di un anno e cinque mesi di carcere, pena sospesa. Porcellini rispondeva anche di falsità ideologica per alcune prescrizioni mediche nelle quali ipotizzava patologie non vere pur di ottenere preparati galenici a base d’efedrina; è stato assolto dall’accusa di commercio di sostanze dopanti, perché il fatto non sussiste. E’ passata la tesi che gli acquisti di prodotti vietati fossero per uso personale. Ciò significa che, diversamente da quanto sostenuto dall’accusa, non cercò di vendere prodotti dopanti a Magnini o almeno il giudice De Luca ha ritenuto che l’accusa non fosse provata.

(Ansa)

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS