Donazione alla Croce Verde grazie all’impresa di Andrea Lanari

Il gesto a seguito dei fondi raccolti con la traversata dello Stretto di Messina

di Tommaso Bocci

Negli scorsi giorni Andrea Lanari, testimonial marchigiano della ANMIL (Associazione Nazionale fra Lavoratori Mutilati e Invalidi del Lavoro), ha regalato una cospicua donazione alla Croce Verde di Castelfidardo, a seguito dei fondi raccolti nella sua impresa dello scorso 2 luglio: la traversata dello Stretto di Messina con la spinta delle proprie protesi sugli avambracci.

L’uomo di 46 anni, nel 2012 è stato vittima di un gravissimo incidente sul lavoro che gli ha causato la perdita di entrambe le mani. Da quel momento Andrea è diventato un paladino della sicurezza sul lavoro, e l’impresa record: “La sicurezza conquista lo Stretto”, compiuta in poco meno di un’ora e mezzo, è solo l’ultimo gesto atto alla sensibilizzazione su questa tematica.
Fidardense doc, il felice connubio tra Lanari e la Croce Verde di Castelfidardo è di massima utilità ed importanza; per quest’ultimi Andrea è più di un beneficiario, piuttosto un grande amico, il quale si è reso partecipe anche lo scorso 14 gennaio, assieme alla GIESSE, alla donazione di un hangar box per la copertura dei mezzi di soccorso, obbligatorio per legge.
L’associazione ha dichiarato a riguardo: “Per noi e per tutta la cittadinanza è un grande esempio di vicinanza alla comunità, attivismo e impegno sociale.”
Insomma, nella sua storia, intrecciata con un fil rouge di resilienza, egli è già un vincente, ma è quando l’esempio travalica la redenzione personale sfociando in gesti, che si può parlare di eroe, e Andrea Lanari è uno di essi.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS