Domus Passetto, il cuore del rione Adriatico cambia aspetto: arriva l’edificio “a energia quasi zero”

ANCONA – Demolita la villa all’angolo tra via Trieste e via Bainsizza

Cambia aspetto la zona attorno al Monumento ai Caduti in cima al Viale della Vittoria dove sono iniziati i lavori di demolizione della villa che si trovava all’angolo tra via Trieste e via Bainsizza, nel cuore del rione Adriatico. Lavori di demolizione che sono iniziati nello scorso mese di settembre ma in questi giorni, con l’arrivo delle ruspe, quello che restava di questa abitazione è stato abbattuto il che ha fatto cambiare aspetto all’intera zona attorno a via Trieste.

 

Ancona dice addio ad una delle abitazioni più invidiate del capoluogo di Regione a due passi dal mare con finestre e balconi che si affacciavano proprio in direzione del Monumento ai Caduti. Ma questo è nulla rispetto al progetto che vedrà il recupero di questo edificio destinato a dare un cambio di passo all’intero quartiere almeno per quello che riguarda un certo tipo di edilizia.
Un edificio a metà strada tra mare e futuro grazie al progetto portato avanti dalla Domus Passetto. In poche parole stiamo parlando in ottica futura di un  edificio residenziale di pregio costituito da sette appartamenti ingrado di integrarsi in modo armonico nel contesto urbano e nell’ambiente circostante.


Oltre a essere un edificio dotato dei più avanzati impianti di domotica e di smart living, sarà un complesso residenziale ad altissima prestazione energetica ed è per questo classificabile come edificio nZEB (nearly Zero Energy Building) ossia “ad energia quasi zero”. Dal punto di vista progettuale l’edificio avrà diverse configurazioni sui quattro fronti, modificando il rapporto tra pieni e vuoti sulle facciate a seconda del contesto e dell’ambiente circostante anche per il fatto che la parte di via Bainsizza potrà contare anche su un giardino.
Il lato che si affaccia in via Trieste potrà contare su uno spazio per guardare il mare. Porzione di edificio completamente vetrata con l’obiettivo di instaurare una diretta relazione tra le zone giorno degli appartamenti ed il paesaggio marino antistante. Per quello che riguarda il resto delle facciate, un ruolo da protagonista sarà riservato alla pietra di rivestimento che caratterizza le volumetrie dell’edificio. La pietra prescelta è una pietra bianca calcarea con una finitura naturale, che richiama le caratteristiche materiche del Monumento ai Caduti.

 

I sette appartamenti della Domus Passetto verranno realizzati seguendo le più stringenti norme in materia di efficienza energetica e di basso impatto ambientale, dal progetto fin nella scelta dei singoli materiali.
Per la copertura dei fabbisogni elettrici sia estivi che e invernali, l’edificio dispone di un impianto fotovoltaico per ogni unità abitativa e per l’utenza condominiale, studiati per ridurre al minimo i consumi e le dispersioni dell’intero complesso residenziale.
Gli appartamenti potranno contare dei più avanzati impianti domotici in commercio: accensione delle luci, apertura porta e tapparelle, gestione della climatizzazione, sistemi di comunicazione e sistemi di sicurezza che dialogano all’interno o verso l’esterno, anche da remoto attraverso smartphone, tablet o pc. L’obiettivo è quello di realizzare una casa intelligente cioè un ambiente tecnologicamente avanzato e a bassissimo impatto energetico in grado di offrire un comfort abitativo totale all’inquilino.