Docenti universitari esclusi dai vaccini, scoppia la polemica

L’insegante di Macerata, Gennaro Carotenuto, al veleno contro la scelta della Regione

“Dal primo marzo inizierà somministrazione dei vaccini al personale della scuola; dal 2 marzo alle forze di polizia, a magistratura, forze armate, vigili del fuoco, polizia locale e volontari della protezione civile più personale civile prefetture e delle Questure”. Questo l’annuncio che qualche giorno fa l’assessore alla Sanità delle Marche, Filippo Saltamartini aveva offerto alla popolazione durante un Consiglio regionale.

 

Una bella notizia dopo quella dell’inizio per le vaccinazioni degli over ottanta, che sta iniziando a gonfie vele. Lo scontento però serpeggia anche nella scuola. Se è vero che gli insegnanti saranno vaccinati nel prossimo futuro, l’annuncio della regione esclude però i docenti delle università, luogo dove nel corso dell’anno ha regnato un bel po’ di immobilismo basato anche sulla maggior organizzazione interna delle strutture rispetto alle scuole di categorie inferiori. A sottolineare questo status negativo sono però diversi docenti, tra cui Gennaro Carotenuto, insegnante di Storia Contemporanea all’Università di Macerata: “La Regione Marche “annuncia” per marzo il vaccino per il personale scolastico ma esclude apertamente i docenti universitari, inclusi invece (e bell’e vaccinati) in altre regioni anche limitrofe. Siamo un migliaio scarso; facevate più bella figura a includerci, sapete?“. Questo il tweet al veleno del docente che sicuramente sensibilizza molto sul tema delle università e lascia spazio alla polemica.

gennaro-carotenuto-tweet

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia