“Dobbiamo scalare l’Everest ma con Riolfo numeri in miglioramento”

SERIE C – Il ds della Fermana Matteo Scala parla del momento: “Chi pensa che sia facile non ha capito, rincorsa iniziata un po’ in ritardo”

Equilibrio difensivo, meno tiri subiti, più punti in classifica. Le statistiche rivelano che, cacciavite in mano, Giancarlo Riolfo ha già portato delle migliorie a questa Fermana. Il percorso sarà lungo ma intanto il direttore sportivo Matteo Scala guarda al futuro con positività toccando con consapevolezza tutta quella che è la realtà.

Dobbiamo scalare l’Everest, chi pensa che sia facile non ha capito nulla. Tutti gli avversari sono preparatissimi e noi abbiamo iniziato a rincorrere con un po’ di ritardo – ha detto Scala -. Riolfo? E’ qui da 20 giorni e non poteva avere la bacchetta magica. In quattro gare ha raccolto quattro punti, la media è da salvezza ed in più ora siamo solidi e rischiamo meno. In precedenza incassavamo 8 tiri di media a domenica, adesso soltanto 2. A Carrara e a Pesaro abbiamo perso senza subire praticamente mai. Bisogna solo aggrapparsi al lavoro, quando scendiamo in campo siamo preparati a quel che dobbiamo fare”.

La Fermana lo sarà anche a Pescara, sabato prossimo. “Partita proibitiva contro una candidata alla vittoria finale, da giocare al 120%. Subito dopo penseremo all’infrasettimanale di martedì prossimo in casa con la Lucchese. La classifica? A dicembre la guarderemo“.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi